martedì 1 maggio 2012

Il controllo completo del clima

Ecco come controllano i flussi delle correnti a getto. Nelle scorse ore la jet stream polare è stata bloccata da un fitto ammasso igroscopico ed elettroconduttivo. Il resto è attuato attraverso i satelliti in orbita geostazionaria e le microonde.

Link all'immagine.

Sistema di analisi e di modificazione meteorologica

Breve descrizione

Il sistema di analisi e di modificazione meteorologica consiste in una rete globale di sensori definiti “guerrieri del tempo” (smart dust) in grado di monitorare e di predire accuratamente i fenomeni meteorologici con le loro conseguenze sulle operazioni militari. Una serie di strumenti di modificazione meteorologica consente la manipolazione dei fenomeni atmosferici su piccola o media scala per incrementare le capacità strategiche delle proprie forze militari e per indebolire quelle dell’avversario. Si possono indurre le precipitazioni o inibirle, usando particolato disseminato nell’atmosfera o energia diretta. E’ possibile potenziare e scatenare fenomeni atmosferici, inseminando le nubi. Strumenti a microonde sulla terra e specchi ionosferici vengono impiegati per le comunicazioni radio e per facilitare o interrompere i segnali radar. Si possono usare cariche ionosferiche per danneggiare navi spaziali (spacecraft) ed usare raggi a microonde.

Nel frattempo, in spregio a tutte le evidenze il... "meteorologo" Peppe Caridi di meteoweb.eu richiama a tali formazioni artificiali nel seguente modo: "Splendidi cirri sull’Italia. Vi diranno che sono “scie chimiche”, ma non cascateci: è tutta una bufala!".

Caliamo un pietoso velo, poiché di fronte a tali scempiaggini, si può solo avere pietà per certi individui, usi evidentemente a far carriera attraverso menzogne utili a chi muove i fili della geoingegneria clandestina nei nostri cieli nonché controlla i procedimenti penali. Constatiamo però che i lettori non abbocano più a certi ridicoli tentativi di normalizzazione e rispondono per le rime, così come è giusto che sia, al novello meteorologo da strapazzo.

In base all'attuale situazione satellitare, si evince che il blocco di bassa pressione, instauratosi tra Nord e Centro Italia, viene in qualche modo contrastato dai soliti aerei preposti alla dispersione di elementi igroscopici: infatti le precipitazioni si sono, sino ad ora, scaricate in special modo sul Mar Ligure, lambendo la Liguria di Levante. L'intensità prevista è notevolmente ridimensionata e molti dei nostri lettori avranno potuto verificare il sorvolo di tankers all'interno delle nubi basse, udendone il classico rombo sordo. Le mappe SAT24 mostrano, infatti, un'ampia zona coperta, dove le caratteristiche nubi imbrifere sono, invece, sostituite da un denso manto lattiginoso, a riprova della presenza di sostanze igroscopiche aerodiperse nonché polimeri.

Previsioni


Mercoledi', 2 maggio 2012

Residue precipitazioni al Nord, ma in rapido ridimensionamento durante il corso della giornata. Velature artificiali e foschie di ricaduta al Centro. Sole pallido e velature indotte al Sud.


Giovedi', 3 maggio 2012

Nord: Cieli poco o parzialmente nuvolosi, salvo maggiori addensamenti sull'arco alpino e prealpino con associati isolati e brevi acquazzoni, specie diurni, in locale sconfinamento sulle alte pianure.

Centro: Tempo in prevalenza "soleggiato" con coperture indotte su alta Toscana e medio Adriatico nonché nebbie di ricaduta o nubi da shiptrails al primo mattino su Sardegna e coste laziali. Nel pomeriggio raro sviluppo di nubi cumuliformi sull'Appennino abruzzese, con possibili isolati piovaschi.

Sud: Condizioni di tempo cosiddetto stabile e "soleggiato" su tutte le regioni, salvo residua nuvolosità su Puglia e Molise, nonché addensamenti pomeridiani sui rilievi appennini, ma senza fenomeni associati. Velature indotte la notte in Sardegna e caligini chimiche di ricaduta sul basso versante tirrenico.


Venerdi', 4 maggio 2012

Nord: Nubi in ulteriore aumento nel corso del giorno sui rilievi e Liguria con piogge dal tardo pomeriggio-prima serata, in sconfinamento la notte su Valpadana occidentale e centro est Liguria. Schiarite vanificate da coltri chimiche sui restanti settori.

Centro: Condizioni di cielo... "sereno", eccezion fatta per frequenti annuvolamenti sulla medio-alta Toscana con possibilità di piovaschi, cumuli sulla dorsale e stratificazioni artificiali (da scie persistenti) in arrivo serale sulla Sardegna.

Sud: Sole offuscato e qualche cumulo superstite sui massicci siciliani, calabresi e lungo il basso versante tirrenico.


NOTA: Le condizioni meteo e le attività di aerosol clandestine sono previste in base alle informazioni indirettamente fornite dal Servizio Meteorologico dell'Aeronautica Militare. Dati a loro volta incrociati con le previsioni fornite dai portali meteo che sono debitamente informati delle operazioni di geoingegneria clandestina sul territorio italiano ad opera dei militari.

13 commenti:

  1. Ho solo il tempo di postare queste foto delle nuove "PECORELLE" fresche fresche di stamattina mercoledì 2 Maggio 2012 intorno le 6:30 in Abruzzo, Marsica.

    http://www.flickr.com/photos/doraziofoto/7134463693/in/photostream
    http://www.flickr.com/photos/doraziofoto/6988384770/in/photostream/

    Poi leggerò l'articolo.

    RispondiElimina
  2. buongiorno dal nordest.
    questo ponte festivo ero a genova per cui non posso riferire la situazione del nordest.
    posso solo dire che sabato pomeriggio ho attraversato la pianura padana sotto un sole torrido, almeno fino alle porte della liguria. poi a genova ho preso nuvole, piogge e freddo fino al 1° maggio che sono rientrato a casa.
    naturalmente con nuvolo fino a piacenza (più o meno) e poi caldo e sole fino a casa. sono passaro dai 20 gradi di genova ai 28 di treviso.
    naturalmente a genova si sentivano gli aerei sopra le nuvole, mentre a treviso sorvolavano bassi con scie evanescenti.
    stamattina la nuvolosità e sparsa e al di sopra delle nubi si notano tracce di scie persistenti.
    continuano a farci la festa.
    buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao tochesalta, grazie per il preciso rapporto.

      Elimina
  3. Devo aggiungere che lui stesso, il giovane meteorologo, dice che gli splendidi CIRRI si trovano a quota circa 10.000 mt. Ok.

    Dalle foto che ho scattato stamattina
    http://www.flickr.com/photos/doraziofoto/7134463693/in/photostream/
    si può vedere come siano a quota molto bassa.
    Tant'è che nei miei paesaggi c'è una montagna di riferimento la cui cima raggiunge quasi 2500mt.

    I Cirri sono la, non poco lontane.
    Peccato che in queste ultime foto di stamattina non abbia preso la montagna come riferimento. Ma anche se non c'è si vede benissimo come è impossibile che questi CIRRI siano a 10.000mt.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente e sono a quota cumulo e sono le formazioni che vanno a sostituire, letteralmente risucchiandole, le nubi naturali. Sono pseudo cirri, tant'è che è anche falso quando Peppe Caridi scrive che i cirri possono oscurare il sole. Assolutamente falso! I cirri (quelli veri) sono SEMPRE trasparenti alla luce solare.

      Elimina
  4. Come dimostra questa foto (e tante altre), si tratta di pseudocirri di bassa quota e quindi quanto afferma Peppe Cariddi è falso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Peppe Cariddi (Meteoweb.eu):

      "Molto spesso i cirri sono trasparenti e lasciano anche filtrare i raggi del sole, ----- a meno che non siano molto compatti come in alcuni casi si sta verificando nella giornata odierna".

      Non è corretto!

      In meteorologia, il cirro è una nube del livello superiore della troposfera (altitudine 8 000 − 12 000 m) che si presenta sotto forma di filamenti bianchi, isolati e sottili, formati da cristalli di ghiaccio. I cirri sono trasparenti a causa della grande dispersione di questi cristalli; pertanto la luce del Sole attraversa i cirri quasi senza alcuna attenuazione.

      Elimina
  5. I CIRRI NON OSCURANO IL SOLE!

    RispondiElimina
  6. buongiorno dal nordest
    qui cieli chimici.
    guardavo le animazioni di sat24 e ho notato che le correnti d'aria sull'europa sono letteralmente sconvolte rispetto a un po di tempo fa.
    penso che dovremmo aspettarci il peggio questa estate.
    buona giornata

    RispondiElimina
  7. Come prassi vuole, in una situazione di alta pressione, le attività di aerosol si concentrano nelle ore notturne, mentre di giorno vengono adoperate scie di tipo non persistente (false contrails). Dalle satellitari SAT24 non vedo nubi da bel tempo di rilievo su tutto il territorio italiano e ciò evidenzia come la dispersione di particolato igroscopico sia tutt'ora in fase attiva.

    Segnalo velature indotte tra Liguria orientale e Toscana.

    RispondiElimina
  8. Il 1 Maggio, il gruppo ETC ha pubblicato la mappa di geoingegneria mondiale. Sono 3 PDF da guardare bene, prendetevi un po' di tempo. INQUIETANTI. E tutto sommato siamo più fortunati degli Europei del Nord e degli Australiani. Stando ai grafici per l'Italia sono previste annate siccitose contrastate da annate estremamente piovose e se ci pensate 2003 (siccità) - 2010 (estremamente piovoso) - 2012 (siccità).

    Mappa della geoingegneria mondiale - http://www.etcgroup.org/upload/geoEmap_v17_mock.jpg

    Tabella di ricerca e sperimentazione sulla geoingegneria - http://www.etcgroup.org/upload/GeoMap-References.pdf

    Progetti di modificazione del clima - http://www.etcgroup.org/upload/GeoMap-WMinfo.pdf

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ed è ancora molto incompleta! Comunque è un buon punto di partenza.

      Elimina

I commenti sono sotto moderazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis