giovedì 10 maggio 2012

Italia strangolata per legge dalla BCE ed avvelenata legalmente da aerei fantasma

Forse non tutti sanno che la più grande colonia statunitense (l'Italia), nel mese di gennaio del 2002, firmò un accordo che, insieme al trattato definito "OPEN SKIES TREATY", firmato nel 2009, sancì l'inizio ufficiale delle attività di aerosol clandestine sul territorio italico, come per stessa ammissione del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

In molti ormai avranno però compreso che soggetti come Andrea Corigliano o Peppe Caridi, di comune accordo con i loro colleghi burattini ed in ottemperanza alle precise disposizioni dell'aeronautica militare italiana, svolgono un assiduo lavoro di disinformazione, sia attraverso previsioni meteo oggettivamente insultanti (che cosa sarebbero le innocue velature?) sia con la pubblicazione di articoli del tutto simili a quelli che si possono trovare sui beceri canali di negazionismo istituzionalizzato.

E' oggettivamente avvenuto un passaggio del testimone tra i disinformatori storici, obbiettivamente col fiato corto, ed i galoppini dell'aeronautica militare italiana: i "meteorologi" civili. Ora sono loro che tentano di tappare la falla attraverso la quale fiumi di informazioni corrette rendono edotte le persone sulla geoingegneria clandestina attualmente in corso d'opera e che qualcuno vorrebbe regolamentare. Per quale motivo si chiederebbe di regolamentare un qualcosa che non è in atto?


Piano dettaglio Accordo Italia U.S.A. sul Clima. Tale documento è talmente insignificante che il Governo di allora si affrettò a farlo rimuovere dal sito ufficiale e stessa cosa fece il governo statunitense. Per fortuna questo accordo di geoingegneria tra Stati Uniti ed Italia è fruibile solo perché, all'epoca dei fatti, noi di Tanker Enemy ne salvammo una copia. Ora i negazionisti del C.I.C.A.P. vi diranno che questo accordo non ha nessun rilievo probante e che eventuali test di geoingegneria vengono eseguiti nella vasca da bagno dei tecnici del C.N.R. A voi le conclusioni...

A Pagina 38 si legge:

WORKPACKAGE 10: Esperimenti di manipolazione degli ecosistemi terrestri

Questo Workpackage ha come obiettivi:

1. lo sviluppo di nuovi sistemi per la realizzazione di esperimenti di manipolazione dell'ecosistema che permettano di esporre la vegetazione a condizioni ambientali simili a quelle attese in scenari di cambiamento globale;

2. lo studio, l'analisi e la comprensione dei principali meccanismi di risposta della vegetazione e degli ecosistemi mediterranei ai diversi fattori di cambiamento (temperatura, precipitazioni ed aumento della concentrazione di CO2 atmosferica);

3. la quantificazione degli effetti complessivi del cambiamento sulla produttività e sulla vulnerabilità degli ecosistemi (fertilizzazione da CO2, variazione della disponibilità idrica ed aumento di temperatura).


In dettaglio le attività saranno:

1. l'esecuzione di attività di ricerca eco-fisiologica su diversi siti sperimentali italiani dove vengono modificate artificialmente le condizioni ambientali a cui è esposta la vegetazione

2. l'approfondimento e la migliore conoscenza dei meccanismi di risposta delle piante attraverso la misura diretta dello scambio gassoso in condizioni di pieno campo

3. la verifica in campo di ipotesi sviluppate nell'ambito di esperimenti di laboratorio

4. la progettazione di tecnologie per la manipolazione delle condizioni ambientali con particolare riferimento al controllo della temperatura e della concentrazione atmosferica di CO2.


Fedeli e senza vergogna i meteorologi, vendutisi al miglior offerente, continuano a coprire con le loro menzogne le operazioni di aerosol chimico-biologici nei nostri cieli che, vista la permanente stabilità del campo anticicolonico, si possono permettere il lusso di operare soprattutto la notte, lasciando alle ore diurne lo spazio per sorvoli di bassa quota con scie chimiche evanescenti, cosicché, in molti, penseranno a semplici scie di condensazione. Il risultato lo si può leggere nei siti meteo come meteoweb.eu, il meteo.it, 3bmeteo.com etc. La parola chiave è: VELATURE.



Previsione.

Venerdì, 11 maggio 2012

Nord: Sole pallido, offuscato sin dal mattino (per via delle irrorazioni notturne) e temperature elevate, a causa del particolare trasferimento termico del nanoparticolato metallico aerodisperso in sospensione. Come segnalato dai meteo di regime si avranno cieli oscurati da velature o stratificazioni da ovest verso est. Temperature in ulteriore lieve rialzo.

Centro: Tempo "soleggiato" su tutte le Regioni, con scarsa presenza cumuliforme anche sull'Appennino, per via delle pesanti irrorazioni igroscopiche notturne. Velature o stratificazioni di passaggio nel corso della nottata. Temperature in ulteriore lieve ascesa.

Sud: "Soleggiato" su tutti i settori del Meridione, salvo qualche insignificante addensamento nelle ore più fredde sui versanti tirrenici, in specialmodo calabri, al pomeriggio lungo la dorsale. Temperature in lieve aumento.


Sabato, 12 maggio 2012

Nord: Mortali velature o stratificazioni medio basse al mattino. I previsti rovesci temporaleschi sono in forse, giacché i militari faranno di tutto per impedire che si verifichino precipitazioni. Da ciò si consideri la possibilità di brevi scrosci limitati inizialmente alle Alpi orientali ed in estensione a tutti i settori entro fine giornata, con possibilità di grandinate da cloud seeding. L'inseminazione delle nubi a Nord Est implicherà l'assenza di fenomeni (al più blandi) su estremo Nordovest. Temperature in aumento sulle pianure, ma in sensibile calo serale a partire dalle Alpi.

Centro: Mefitiche velature. Nella notte nubi in aumento tra alta Toscana e nord Marche con primi isolati temporali. Temperature in ulteriore ascesa salvo che sulla Toscana.

Sud: Alta pressione stabile e sole velato su tutti i settori. Tankers in sorvolo a bassa quota con scie chimiche non persistenti di mantenimento elettroconduttivo. Qualche nube marittima nelle ore più fredde sui versanti tirrenici, locali addensamenti pomeridiani lungo l'Appennino con possibilità di isolati fenomeni sui rilievi silani. Temperature stabili o in lieve ascesa.


Domenica, 13 maggio 2012

Nord: Inizialmente instabile tra Piemonte, medio-bassa Lombardia, Liguria, Emilia Romagna e basso Triveneto con improbabili piogge e temporali in graduale attenuazione (per via dell'intervento dei tankers) entro metà giornata. Nubi imbrifere via via sostituite da copertura artificiale bianco latte, in spostamento verso Est in serata. Temperature in sensibile calo.

Centro: Impronbabili precipitazioni sulle Peninsulari con brevi ed isolati rovesci e temporali in spostamento da Nord verso Sud. Scharite tra sera e notte su Toscana, Marche ed alto Lazio. Lieve variabilità in Sardegna con possibili isolati fenomeni. Temperature in calo. Cielo oscurato da strati artificiali (velature).

Sud: Cielo offuscato da velature indotte con nubi finte basse (pseudo cirri) in aumento nel corso del giorno da Nord. Possibili isolati fenomeni piovosi tra sera e notte su Molise, Campania, medio-alta Puglia e nord Calabria. Temperature stabili o in lieve calo.


NOTA: Le condizioni meteo e le attività di aerosol clandestine sono previste in base alle informazioni indirettamente fornite dal Servizio Meteorologico dell'Aeronautica Militare. Dati a loro volta incrociati con le previsioni fornite dai portali meteo che sono debitamente informati delle operazioni di geoingegneria clandestina sul territorio italiano ad opera dei militari.

25 commenti:

  1. AH AH AH AH

    Che babbeo!!!

    AH AH AH AH

    BUONE SCIE A TUTTI. AVETE VISTO QUANTE CE NE SONO?
    E STANOTTE DICO DI FARNE ALTRE SUL TERRAZZINO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vai a cagare ebete! Non dico altro, sei un povero ritardato ...

      Elimina
    2. Stefano Luciani, dipendente Roche.

      Elimina
  2. VAI A CAGARE IN ORDINE TU, I TUOI FIGLI, TUO MOGLIE E QUEL CAZZONE DI CHE TI PAGA LO STIPENDIO.

    RispondiElimina
  3. Ottimo articolo Straker...che prontamente "rubo" e condivido sul blog.
    Ps.come al solito l'idiota di turno è presente.

    RispondiElimina
  4. Te EssssE prendi tanto per il culo... ma guarda caso ti troviamo sempre quì a fare il demente! chissà perchè!??

    SIAMO ALLE SOLITE, SE LE SCIE FOSSERO VAPORE, NON SARESTI QUI OGNI MINUTO DI OGNI SANTO GIORNO!

    SIETE RIDICOLI!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tanto va la gatta al lardo, che ci rimette lo zampino.

      Elimina
  5. eSSSSe lo sai che quella porcheria te la becchi pure tu e i tuoi cari?

    RispondiElimina
  6. Ieri, giovedì, sole pallido poichè la sua luce era obliterata da una immensità di polveri con temperatura in forte aumento. Oggi prevedi la ripetizione del medesimo copione. Dunque, se due più due fa quattro, l'effetto serra è dovuto al potere riflettente del nanoparticolato e non del CO2.

    La Nasa sta per lanciare in orbita un satellite che andrà a monitorare le concentrazioni di CO2 nelle varie zone del nostro Pianeta. Ma tale gas è benefico e non malefico per l'ambiente, come vorrebbero quei disgraziati che divulgano le note scemenze.

    Ma chi è quel 'Nico Murdock' che spara idiozie a 'go go'? E' forse quel tale che parecchi anni fa pubblicava un blog che si intitolava più o meno ' il cielo su Milano'? E' uno magicamente passato all'altra sponda, per ovvi motivi? Non ricordo in quanto non seguii la vicenda.

    RispondiElimina
  7. Ciao Paolo, è proprio così: l'effetto serra è cagionato dal nanoparticolato ed il CO2 non è assolutamente responsabile dell'innalzamento delle temperature. In questo sono responsabili anche le coperture indotte notturne, che impediscono l'escursione termica. Come molti scienziati dissidenti affermano, il CO2 è un alibi per poter operare con la geoingegneria senza insospettire i più. La N.A.S.A., sotto il controllo del Pentagono, ovviamente racconta quel che vuole e sono sicuro che i loro satelliti hanno altri scopi.

    Il Cielo su Milano è gestito da quel Massimo Santacroce che, nel 2007, passò dall'altra parte. Nico Murdock, invece, è un tizio ben immanicato con le Procure e con il Ministero della Giustizia. Non dico altro...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. da che cosa si può dedurre, esattamente, che l'effetto serra sia provocato dal nanoparticolato, e non dalla CO2 ?
      grazie.

      Elimina
  8. buongiorno dal nordest
    in queste zone è come previsto in queste previsioni.
    cieli bianchicci e scie a raffica.
    per quanto riguarda i non pensanti come quel esssse dimenticano che questo sito è frequentato da persone che anno alzato il naso e messo in funzione il cervello non per scopo di lucro.
    e come già ricordato da altri i disinformatori non sono immuni dalle conseguenze di queste operazioni anche se lo pensano. prima o poi il conto verrà presentato anche a loro e si accorgeranno che i soldi che hanno messo da parte non gli serviranno a niente perchè i soldi non hanno potere curativo e non si mangiano. coi soldi puoi comprarti le medicine per curare un male ma se questo è incurabile muori e basta, con o senza soldi. il grande totò la chiamava "a livella".
    tra le altre cose ho trovato anche questo il che potrebbe spiegare l'odierno scenario in europa:
    http://it.ibtimes.com/articles/29405/20120510/siria-war-game-esercitazione-militari-forze-armate.htm
    buona giornata

    RispondiElimina
  9. Chi era che scriveva che le particelle di alluminio non si possono additivare ai carburanti, poiché danneggerebbero i motori?

    Nanoparticelle di alluminio miscelate al biocombustibile lo rendono più efficiente e meno inquinante


    Fonte: Le Scienze http://lescienze.espresso.repubblica.it
    Particelle di alluminio miscelate al biocombustibile incrementano l’efficienza e la completezza della combustione producendo meno inquinanti
    Miscelare nanoparticelle di alluminio al biocombustibile per avere una maggiore efficienza di combustione: l’idea è venuta a R. B. Anand, professore di ingegneria meccanica del National Institute of Technology di Tiruchirappalli, in India, che l’ha messa in pratica con l’aiuto del suo collaboratore J. Sadhik Basha.
    Grazie all’elevato rapporto superficie/volume, infatti le nanoparticelle offrono una notevole reattività e possono essere quindi catalizzatori molto efficienti; oltre a ciò possono incrementare il mescolamento di aria e combustibile, portando a una combustione più completa.
    Nel corso della sperimentazione, i cui risultati sono descritti sulla rivista Journal of Renewable and Sustainable Energy, i due ricercatori hanno utilizzato in primo luogo un miscelatore meccanico per ottenere una emulsione di biocombustibile jatropha, derivato dalla spremitura dell’omonima pianta, acqua e surfattante, e hanno aggiunto successivamente diverse quantità di nanoparticelle di alluminio.
    Oltre ad aver superato in prestazioni il biocombustibile convenzionale, quello addizionato di nanoparticelle ha dimostrato di produrre una quantità minore di ossido di azoto e di monossido di carbonio, creando oltretutto meno fuliggine.
    I ricercatori stanno ora sperimentando altri tipi di nanoparticelle, tra cui anche nanotubi cavi, e stanno studiando gli effetti di nano-additivi sulla lubrificazione dei motori e sui sistemi di raffreddamento. Nonostante i risultati incoraggianti tuttavia resta da superare un notevole ostacolo: l’elevato costo di produzione. Infine, se si diffondesse l’uso di nanoparticelle nelle applicazioni bisognerebbe verificare i potenziali danni per l’ambiente e per la salute dell’uomo. (fc)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ovviamente lo stanno già facendo.

      Ringrazio Nienteecomesembra per la segnalazione dell'articolo sopra indicato.

      Elimina
  10. Ingombro un altro po' :-)

    Le scie sono solo acqua... e quindi gli aeri ed i loro rilasci sono assenti nelle  statistiche ufficiali  che valutano le  emissioni delle polveri sottili...

    SCRIVE l'ENAC
    I termini particolato, particolato sospeso, pulviscolo atmosferico, polveri sottili, polveri fossili identificano comunemente l'insieme delle sostanze sospese in aria (fibre, particelle carboniose, metalli, silice, inquinanti liquidi o solidi).
    Il particolato ha effetti sulla propagazione ed assorbimento delle radiazioni solari, sulla visibilità atmosferica nonché sui nei processi di condensazione del vapore acqueo e favorisce lo smog e le nebbie.
    L'aumento dell'inquinamento ha causato negli ultimi anni la formazione di un fenomeno noto come oscuramento globale, il quale consiste in una graduale riduzione dell'intensità dell'irraggiamento diretto sulla superficie terrestre. Essa è dovuta alla maggior diffusione della luce derivante da una maggior quantità di aerosol atmosferico e provoca un lieve raffreddamento della superficie terrestre. ......
     Il particolato è l'inquinante considerato di maggiore impatto nelle aree urbane, essenzialmente prodotto dal traffico automobilistico.
    Nel caso del traffico aereo invece, i motori aeronautici sviluppano valori di temperatura alti con elevata efficienza della combustione.(!?) Questo significa bassa produzione della quantità complessiva dei materiali incombusti e quindi di particolato.
    Ciò è confermato dallo SCENIHR (Scientific Committee on Emerging and Newly Identified Health Risks) comitato scientifico UE che si occupa dei nuovi/futuri rischi per la salute, il quale afferma che le maggiori emissioni di polveri sottili derivano dagli scarichi dei veicoli, dalla combustione di carbone o legna, dai processi industriali e da altre combustioni di biomasse.
    In ogni caso, la determinazione dei contributi percentuali delle varie fonti è un'operazione di estrema complessità, nonché occasione di continue polemiche fra i diversi settori. Tuttavia si può ragionevolmente sostenere che, grazie allo sviluppo delle sofisticate tecnologie aeronautiche nonché dei controlli esercitati dalle autorità delle aviazioni civili, il contributo percentuale del particolato dovuto al settore aviazione è poco significativo.
    A questo proposito, si evidenzia che ogni aeromobile deve essere progettato e costruito per proteggere l'ambiente dalle emissioni gassose prodotte. Per ogni motore viene rilasciato un certificato per le emissioni. Attualmente l'ICAO sta realizzando strategie per ridurre le emissioni gassose prodotte dagli aeromobili.

    http://www.enac.gov.it/L%27Ambiente/Fonti_di_inquinamento/Emissioni_gassose/index.html

    Il Dott. Montanari dice:
    ”A grandi linee, più alta è la temperatura di combustione, più piccole sono le particelle generate...." e non fanno bene. Lui spiega: 
    http://differenziati.com/tag/nanopolveri/

    RispondiElimina
  11. Che strano
    il traffico è diminuito
    " Nel mese di marzo i dati registrano un calo a circa 5,4 milioni di tonnellate, con una nuova diminuzione del 10,7% (come a febbraio) rispetto a marzo 2011. La benzina ha mostrato un calo pari al 9,5%, mentre il gasolio autotrazione dell'8,4%. I due carburanti insieme scendono dell'8,7%. L'ha comunicato l'Unione petrolifera"
    Il riscaldamento delle abitazioni è cessato
    Le aziende chiudono
    la gente non si muove
    Ma l'inquinamento da polveri sottili è aumentato.
    Si vede che sono gli extraterrestri i responsabili dell'inquinamento.
    Le dicono talmente grandi che poi ci credono davvero.

    RispondiElimina
  12. buongiorno dal nordest
    la mattina si presenta con scie persistenti e nebbioline chimiche di ricaduta.
    prevedono piogge i meteo di regime ma visto il lavorio dei nostri simpaticoni dubito che cambi l'attuale situazione.
    buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le previsioni del tempo, così come sono (una pagliacciata) potrebbero pure cancellarle.

      Elimina
  13. Concordo, Straker. Anch'io avevo suggerito l'abolizione del 'meteo' forse un anno o due fa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uno scopo effettivamente lo hanno: ingannare i gonzi.

      Elimina
  14. Ah, non sapevo che in occasione del raduno degli Alpini in quel di Merano, la NATO avesse preparato per loro una festa in cielo a suon di bario e alluminio. Bravi 'veci' e 'bocia', bravi furboni orgogliosi di 'vestire la divisa' e di 'servire la Patria'!

    Svegliatevi, vecchi trogloditi nonchè residui dell'infame mondo militaresco di un tempo che di voi, durante le guerre, fece polpette. Poveri giovani strappati alle famiglie, sempice carne da cannone da sacrificare sull'altare di Lucifero da quei criminali degli Illuminati!

    RispondiElimina
  15. L'irroraggio di questa notte/mattina quì nell'area di Valdagno(Vicenza) è stata ridicolmente pesante. Uno ogni 40-45 minuti(per 4-5 ore) a quota tale da poter sentire il rombo a finestre chiuse e la vibrazione medio-forte. Non li si poteva vedere ad occhio nudo causa nuvole.

    E' assolutamente inosuale da queste parti, non passano quasi mai in questo modo a quell'altezza, così spesso in così poco tempo.

    RispondiElimina

I commenti sono sotto moderazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis