venerdì 4 maggio 2012

Arriva una perturbazione: si ripete il solito copione

E' in arrivo una perturbazione dalla Francia ed in queste ore i voli con dispersione di trimetilallumino igroscopico e scie persistenti si sono intensificati sul Nord Ovest.

Per sabato 5 maggio 2012 sono previste piogge sparse e qualche rovescio o temporale, pur se tali fenomeni verranno contrastati, motivo per cui il cielo, verso metà giornata, apparirà oscurato da velature indotte, in rapido spostamento verso la Toscana. Sull'alta Toscana ed in Sardegna si potrà verificare, entro sera, qualche pioggia. Al Sud velature in avanzamento da ovest rovineranno del tutto la giornata sin dalla metà del mattino.


Domenica, 6 maggio 2012

Nord: Nubi e piogge sparse su gran parte dei settori. Qualche schiarita al mattino sul Piemonte occidentale, contrastata da scie persistenti e velature per nulla innocue. Temporali dal pomeriggio, in intensificazione serale specie su Liguria e Val Padana.

Centro: Instabilità diffusa con rovesci e temporali, più frequenti ed intensi su regioni tirreniche e Sardegna. Meno diffusi ed alternati a schiarite e velature chimiche sulle Marche. Niente pioggia sulle coste abruzzesi. Velature indotte sulla Sardegna.

Sud: Prevalenza di "sole" su Sicilia, Calabria e Salento. Deboli piogge sparse dalla sera sulla Sicilia occidentale. Altrove rovesci sparsi, più diffusi tra Campania e Lucania. Scie persistenti.


Lunedi', 7 maggio 2012

Nord: "Sole" a Nord Ovest salvo qualche addensamento sulle Alpi e velature artificiali dalla notte a partire da Ovest. Ancora instabile al Nord Ovest con piogge sparse in esaurimento provocato, ma con locali temporali in formazione tra pomeriggio e sera tra Dolomiti ed alto Veneto.

Centro: "Soleggiato" in Sardegna e variabile altrove, con qualche rovescio sparso, in special modo tra Marche e dorsale. Tendenza ad "ampie schiarite" a partire dalle Tirreniche, funestate da velature indotte.

Sud: Instabile con rovesci sparsi in mattinata tra Cilento, Calabria e Sicilia, in esaurimento e seguiti da timide schiarite e velature igroscopico-elettroconduttive: strati artificiali, anche compatti, in transito e scie chimiche persistenti.


NOTA: Le condizioni meteo e le attività di aerosol clandestine sono previste in base alle informazioni indirettamente fornite dal Servizio Meteorologico dell'Aeronautica Militare. Dati a loro volta incrociati con le previsioni fornite dai portali meteo che sono debitamente informati delle operazioni di geoingegneria clandestina sul territorio italiano ad opera dei militari.

15 commenti:

  1. confermo, anche nel milanese quest'oggi, ci sono state scie chimiche di vario genere, forma, e consistenza... un campionario di tutte le loro schifezze tutte disegnate in cielo in una sola giornata... forse vorranno vedere quale ritrovato farà più effetto con la nuova perturbazione?

    RispondiElimina
  2. buongiorno dal nordest
    anche qui si vedono scie di tutti i tipi e non si capisce che giornata ci si può aspettare (a parte essere sicuri di respirare veleni)
    buona giornata

    RispondiElimina
  3. io non so davvero piu cosa pensare..un po mi convinco che queste scie siano vere, un po le vedo con i miei occhi e mi vengono i dubbi,mi sono informato parecchio sull argomento ma non ne vengo a capo. penso solo che se uno che non ne ha mai sentito parlare e provo a spiegarlo non ci crede e mi prende per pazzo. poi ho letto un articolo che dice che sono stati girati film con budget di 50.000$ di 2 ore. che con quei soldi si prendeva un aereo e si provava ad analizzare le scie per vedere se veramente ci sono o no.poi ho appena visto una scia sopra casa mia che divora una bella nuvola bianca.io non ci capisco piu. comunque rimango dell idea che a chi non ci crede dico solo vedremo cosa succederà con il tempo visto che non possiamo farci nulla per evitarlo.

    RispondiElimina
  4. Ciao, le analisi in quota sbandierate come tali ed eseguite in Germania sono un palese falso ben organizzato, come dimostrato in questo video.

    Una questione cruciale nella diatriba sulle scie chimiche, che alcuni affermano essere innocue scie di condensazione e quindi comunissimo vapor d'acqua, è rappresentata dalla pressante richiesta di eseguire un prelievo in quota, direttamente sulla traiettoria di una scia, se si vuol dimostrare qualcosa. Ovviamente questa non è una risoluzione definitiva e tanto meno appare essere l'unica risoluzione, visto che già le analisi delle acque piovane e della neve, nonché le analisi spettroscopiche, hanno chiarito che di tutto si tratta fuorché di innocenti cristalli di ghiaccio. E' evidente che chiunque di noi vorrebbe non solo eseguire un prelievo in quota, ma sarebbe felicissimo di riprendere da vicino un "aereo chimico", tant'è che quelli che vediamo noi incrociano a quote molto basse e quindi non sarebbe poi così difficile. Il problema è, però, innazitutto organizzativo, ma quand'anche si superasse questo scoglio, si dovrebbe sormontare l'ostacolo delle autorizzazioni. Già, perché nelle zone di intervento dei tankers il traffico civile viene interdetto e questo si evince non solo dai dispacci dell'E.N.A.C., ma anche dai tracciati radar, nei quali si osservano dei veri e propri "buchi" nelle aree in cui sono in atto operazioni clandestine di aerosol. Ma niente paura! Una televisione tedesca ha risolto questi problemi, ha quindi noleggiato un "Dassault Falcon (Mystere) 20E-5" e si è avventurata nella perigliosa missione di prelievo in volo, concludendo che si tratta solo di aghetti di ghiaccio. Magari un po' diversi dai soliti, ma pur sempre ghiaccio! Risolto il mistero? Certo che no, poiché si tratta di una clamorosa mistificazione. Come? Sì, hanno finto di "annusare" una "scia di condensa", ma in realtà hanno seguito la scia di un aereo che montava a bordo due generatori di fumo del tutto simili a quelli impiegati dalla F.A.A. nel 1975, per studiare i vortici alari ed i loro effetti su eventuali velivoli in coda. Non ci credete? Guardatevi il filmato.

    RispondiElimina
  5. Leleturbolover, è bene emanciparsi dal dualismo credere vs non credere, per decidere di indagare e documentarsi. Allora scoprirai, bruciata tutta la paglia della disinformazione, che le scie tossiche sono una realtà inoppugnabile.

    RispondiElimina
  6. immaginavo che avessero provato a falsare pure una prova, io adesso visto che gentilmente mi ha risposto vorrei chiedere se possibile la domanda che mi fanno tutti quando ne parlo: perchè fanno questo?
    le mie idee sono molte, per la conduttività dell atmosfera e di conseguenza per i radar? la contaminazione della terra? vogliono ammalarci apposta? io voglio solo capire perchè diavolo lo fanno!!
    Grazie ancora, la seguo da un po e sono davvero interessato, anche per informare le altre persone

    RispondiElimina
  7. lapidario reportage dal Golfo di Salerno:
    - dopo due giorni di meraviglioso cielo azzurro (era un bel po' che non si vedevano giornate del genere), oggi irrorazioni a tappeto, anzi a cappa...

    incredibile come bastino solo due giorni d'aria per farci dimenticare il... soffitto della cella in cui viviamo.
    sarà confortante dimenticare questa bruttura in poco tempo, una volta che finirà. perché finirà.

    RispondiElimina
  8. nel sud ovest milanese, temporali forti, con pioggia fittissima e grandine a tratti... strade allagate... ho già visto foto di amici con il bianco della grandine, manco fosse neve, su tetti di auto e sull'erba

    RispondiElimina
  9. Salire in quota e prelevare da una aereo il rilascio ?

    Una rondine non fa la primavera dicono ;-)

    Una prova non dirà che tutte le scie siano etcetc diranno.

    Finché non crolla il muro di paura, finché non siamo con le spalle al muro con effetti devastanti visivi per tutti e tutto , con l'Euro e l'economina siamo vicini al limite della sopportazione ... anche qui è questione di poco tempo, purtroppo e anche per fortuna...



    Giro del mondo sulle tracce delle nubi inseminati...questa volta Cile:

    ENEL in Cile.. L'ENEL, ramo privata però, c'è ENEL e ENEL.. .. dighe.. acqua... energia..
    Grosse dighe e Rainenhancement vanno in tandem...

    http://www.ilcambiamento.it/padroni_casa_nostra/cile_dighe_enel_patagonia.html
    http://patagoniasenzadighe.org/?p=1106
    http://patagoniasenzadighe.org/?p=1101

    Cloudseeding Cile
    http://www.waterworld.com/index/display/news_display/1648408827.html

    http://www.dirittodicritica.com/2011/06/21/cile-enel-diga-ecomostro-22224/

    http://ecomapuche.com/ecomapuche/index.php?option=com_content&view=article&id=451&Itemid=2

    http://www.enel.it/it-IT/media_investor/comunicati/release.aspx?iddoc=1651347

    RispondiElimina
  10. Straker, dicevi nel tuo post che ancora non ci sono prove attendibili in quota sulle scie. Mi permetto di segnalarvi questo video che potrebbe fare al caso: http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=pzAGL5p6DRI
    Buona giornata

    RispondiElimina
  11. Ho sempre affermato il contrario e tra l'altro quel video lo abbiamo messo on line noi.

    Ciao e grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Straker, allora questa e sì una prova?

      Elimina

I commenti sono sotto moderazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis