lunedì 28 maggio 2012

Artificial storm generator

I prossimi tre giorni saranno contraddistinti da una spiccata variabilità su tutto il territorio italiano: tra un sorvolo e l'altro di aerei chimici, sarà possibile il verificarsi di qualche locale e breve scroscio temporalesco, alternato a brevi rasserenamenti, via via sostituiti da coperture artificiali e nebbie di ricaduta, soprattutto al mattino.

Evidenziamo che è in queste ore in corso un'operazione definibile come "storm generator", anche con l'impiego di shiptrails. Da questa mattina, infatti, persiste una vasta area perturbata che copre parte del Centro Italia e si sviluppa più consistente e minacciosa tra Puglia, Basilicata e Calabria. In contrasto con le previsioni meteo ufficiali ci sentiamo di allertare le popolazioni delle regioni interessate, in quanto, per le prossime ore, saranno possibili violente precipitazioni, con probabili smottamenti e/o allagamenti.



NOTA: Le condizioni meteo e le attività di aerosol clandestine sono previste in base alle informazioni indirettamente fornite dal Servizio Meteorologico dell'Aeronautica Militare. Dati a loro volta incrociati con le previsioni fornite dai portali meteo che sono debitamente informati delle operazioni di geoingegneria clandestina sul territorio italiano ad opera dei militari.

30 commenti:

  1. E' visibile che sulla parte est c'è una coltre di scie chimiche che bloccano la formazione artificiali delle nuvole dal Tirreno. E? ovvio quindi, che vogliono far piovere. Ma perché? Cosa staranno cercando?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari un altro nubifragio in stile Genova 2011.

      Elimina
  2. Mi risulta che ieri ci sia stato un violento nubifragio in Campania ma non trovo notizie in merito. Avete qualche news?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi devo informare.

      Segnalo recente scossa di terremoto ben percepita un tutta la Liguria ed anche qui a Sanremo.

      Elimina
  3. Grazie Straker, pare che abbia provocato anche rottura di diverse strade e svernamenti fognari. Mi Sto arrivando! Che tutto sto schifo si riverserà nuovamente in falde freatiche già terribilmente inquinate (ex area Saint Gobin per fare un esempio.

    RispondiElimina
  4. E così questa è la seconda volta che allertiamo la popolazione. Visto quello che si è osservato ieri, anche questo evento è voluto.

    RispondiElimina
  5. http://www3.varesenews.it/italia/articolo_ansa.php?id=56285 nemmeno il tempo di verificare i danni reali a persone e cose della nuova scossa, che già sull'ANSA... rispunta un esperto... a dirci cosa? Che c'è una nuova faglia? In pianura? Ma porca p...a cosa diavolo aspetta Monti e compagnia "bella" a fare una legge che vieta il fracking in tutta Italia? Aspettiamo che in Emilia-Romagna venga giu' tutto prima?

    RispondiElimina
  6. Segnalo l'ultimo articolo di Gianni Lennes: POTERI SPECIALI A MONTI

    RispondiElimina
  7. Droni in arrivo a Sigonella… – Bettino Craxi aveva ragione, ora si capisce il perché!

    Qualcosa non funziona più.. Scie chimiche, haarp, controllo meteorologico e sismico, attentati finti, morti veri.. ed ecco che in silenzio, umma-umma, arrivano pure i droni a Sigonella. L’eurogendfor, la polizia comandata esclusivamente dalla CE (inindagabile il suo operato da parte della magistratura italiana) è già impiantata a Vicenza. L’esercito non è più composto dal popolo ma da mercenari al soldo del governo. I carabinieri vengono accorpati nella polizia di stato, controllata strettamente dal governo. La macchina repressiva è bella e pronta. Il nodo scorsoio attorno al collo degli italiani è stretto, guai a chi si muove.. A tenere sotto controllo la popolazione, con il terrore, e bloccare ulteriormente mosse disperate, ci pensano le milizie repressive degli addetti ai sequestri, degli addetti alle riscossioni coatte, degli addetti al minuto controllo su tutto quel che si muove per la sopravvivenza (equitalia, finanzieri, vigili urbani e non urbani, etc.)...

    RispondiElimina
  8. Sempre di Gianni Lannes, ho letto ora questo articolo...

    http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2012/05/il-governo-usa-e-responsabile-del.html#more

    secondo il quale non sarebbe nemmeno stato il fracking a provocare i terremoti in Emilia, la bensi il mortifero HAARP... la cosa che più mi preoccupa è che già parla di possibile nuovo attacco HAARP in una regione del sud Italia: "E dopo l’Emilia Romagna, ora toccherà sicuramente ad una regione del Sud per piegare definitivamente l’Italia. Prepariamoci al peggio.".

    E che ne dici Straker di quest'altra fonte? E' attendibile?

    http://altocasertano.wordpress.com/2012/05/23/in-arrivo-un-terremoto-distruttivo-al-sud-italia/

    RispondiElimina
  9. Epicentro: Mirandola.

    Dov'è il pozzo petrolifero?
    A Mirandola.

    RispondiElimina
  10. Ieri c'è stato un bel buco di parecchie ore nel magnetometro a gakona

    RispondiElimina
  11. buongiorno dal nordest.
    dopo i giorni precedenti in cui volavano bassi e silenziosi, con scie evanescenti e soprattutto in ore notturne per nascondersi meglio oggi hanno ripreso con un'attività più evidente utilizzando anche scie persistenti. ho notato anche un aumento di attività nell'europa attraverso le immagini di sat24. chissà cosa hanno in mente.
    loro ne sapranno qualcosa?
    http://www.eilmensile.it/2012/05/28/a-washington-il-conclave-dei-potenti/
    buona giornata

    RispondiElimina
  12. stanotte a venezia c'è stato un temporale fortissimo (atipico) con pioggia sostenuta.La mattina alle 7 le nuvole erano svanite ed erano rimasti una decina di scie chimiche verso sud sud-ovest.
    Ad aprile ho assistito a scene incredibili,formazioni temporalesche pesanti che minacciavano piogge (con tanto di mosche impazzite come fanno sempre quando è certo che piova)poi,invece,in 10 minuti le nuvole sparivano ed il cielo rimaneva libero da nuvole.Dopo 1 ora o meno si riformavano i cumulinembi da tempesta senza mai una goccia di pioggia..la storia si è ripetuta per tutta la giornata.

    RispondiElimina
  13. Forse si preparano per l'attacco alla Siria.

    RispondiElimina
  14. Marco Mazzoli allo zoo di 105 poco fa ha tirato fuori (forse è il primo tra radio e tv nazionali a farlo) quello che sul web sta emergendo, come una possibile causa del terremoto in Emilia... è stato tirato fuori anche il termine tecnico di fracking... ovviamente ha dovuto dire... che questa è una delle ipotesi che più di altre girano in rete, che verificherà, e che forse domani darà notizia dopo aver verificato, se possa essere o meno vero... dicendo anche che se fosse vero, si tratterebbe di omicidio... e cmq invitando la gente ad andare in rete a leggere... insomma a suo modo direi che ha fatto qualcosa di buono

    RispondiElimina
  15. Questo "articolo" è spazzatura di regime... dal corriere della sera (o forse della notte fonda...)

    http://www.corriere.it/cronache/12_maggio_30/complotto-terremoto-ipotesi-marco-letizia_30317a00-aa28-11e1-8196-b3ccb09a7f99.shtml

    RispondiElimina
  16. so che potrebbe essere una domanda inutile... ma non c'è nessun politico, di camera o senato, con parenti nelle zone colpite dal sisma, che con un po' di amor proprio, tiri fuori un volantino di questo in camera o in senato per tirare su una verifica parlamentare sulle vere cause del sisma?

    RispondiElimina
  17. sentivo per radio prima di arrivare in ufficio, un ascoltatore che parlava di un bel temporale in arrivo nel padovano... ho visto ora le immagini dal satellite, e vedo qualcosa di strano in quella zona come tipo di perturbazione... qualcuno da quelle parti sul posto sa dirci cosa sta realmente accadendo?

    RispondiElimina
  18. Ciao, le vere celle temporalesche hanno quella forma e genesi. Noto però attività di aerosol nella zona circostante, lato Ovest. Non parliamo poi della fitta rete di chemtrails e velature indotte sull'Italia Nord occidentale, sul Tirreno e sulla Sardegna...

    RispondiElimina
  19. capito... quasi a volerlo imbrigliare li... più che un temporale... "un insaccato"?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti. Probabilmente ne verranno limitate le potenzialità.

      Elimina
  20. Straker, ho da farti una domanda... nel sud ovest-milanese, ho notato che negli ultimi anni, è sempre più difficile vedere un "vero temporale", ovvero, temporale con pioggia forte, ma non solo, carico elettricamente, quindi con lampi e molti fulmini, una volta non era cosi... ogni volta che da maggio a ottobre c'era un acquazone, i tuoni erano poderosi, i lampi costanti, i fulmini idem.

    Come mai? Quando fanno piovere loro, forse con le sostanze che usano, riescono a rendere elettricamente più debole un temporale?

    O anche quelli che si formano normalmente trovando un aria caricata elettricamente dai militari (cielo conduttore... per far meglio funzionare i loro radar ecc ecc) e quindi si comportano diversamente non riuscendo a scaricare a terra l'elettricità statica?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, suppongo che l'elemento cruciale sia l'inseminazione del fronte temporalesco per mezzo di polimeri igroscopici. In questo caso il temporale sarà breve, magari violento, ma breve. Data però la caratteristica delle goccioline d'acqua, caricate elettricamente con polarità differente dal solito, non si generano i classici fulmini che scaricano a terra.

      Elimina

I commenti sono sotto moderazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis