sabato 21 gennaio 2012

Gennaio 2012: inverno nucleare

Quadro sostanzialmente invariato, rispetto alle previsioni precedenti. Piuttosto possiamo senza dubbio segnalare un inasprimento delle attività di aerosol clandestine su gran parte del territorio nazionale, specialmente al Nord ed al Centro. Esaminando la percentuale di precipitazioni in queste ultime settimane sul continente nord europeo e sull'Italia, è chiaro qual è l'obiettivo dei criminali vertici governativi: provocare la siccità e far così salire il valore dell'oro blu, cioé l'acqua. Ciò in vista della prossima privatizzazione degli enti preposti alle forniture idriche. Le operazioni di irrorazione (diurna e notturna), implicando la dispersione di prodotti igroscopici formanti pesanti nebbie di ricaduta (nevi cosiddette "chimiche"), coperture indotte a provocare l'oscuramento della luce solare e cieli bianchi, impediscono la formazione di nubi imbrifere. Se osservate le due immagini poste ad introduzione e fine articolo, sicuramente potrete verificare come la mancanza di precipitazioni e le attività di aerosol sul Nord Italia siano direttamente proporzionali. Inutile quindi che i centri meteo di regime e persino la "Protezione civile" si affannino ad assegnare nomi di fantasia (neve chimica) a fenomeni indotti dalla dispersione di veleni in bassa atmosfera per opera di aerei militari e civili. I risultati sono sotto gli occhi di tutti.

Nulla di nuovo, quindi, per i giorni 22, 23 e 24. Solo il Sud e la Sicilia si salveranno marginalmente dalle micidiali operazioni di copertura. Il Nord, il Centro e la Sardegna saranno coperti da spesse velature (per nulla innocue) e frequente sarà il sorvolo a bassa quota di velivoli senza contrassegni e non identificabili dai radar. Questi aerei disperderanno per lo più scie chimiche di tipo persistente. Ad ogni modo, le precipitazioni previste al Sud per il 23, saranno molto improbabili o insignificanti.


NOTA: Le condizioni meteo e le attività di aerosol clandestine sono previste in base alle informazioni indirettamente fornite dal Servizio Meteorologico dell'Aeronautica Militare. Dati a loro volta incrociati con le previsioni fornite dai portali meteo che sono debitamente informati delle operazioni di geoingegneria clandestina sul territorio italiano ad opera dei militari.

21 commenti:

  1. Ancora manipolazioni dell'atmosfera sull'Atlantico.

    [ SCREENSHOT ]

    RispondiElimina
  2. Hai detto bene nel titolo Straker, inverno nucleare, mi sembra di vivere in un film di fantascienza, ma molto realistico su quello che subiamo tutti i giorni.

    Certamente hanno in mente di privatizzare l'acqua, fottendosene della decisione unanime popolare con il referendum, ci hanno provato con il nucleare, e certamente l'oro blu è di loro interesse, dopo averci tolto la luce solare e aver avvelenato l'aria.

    Questo fio lo pagheranno anche i meteorologi che coprono questa vergogna; hanno dei figli anche loro, e dovranno darne conto, prezzolati e venduti per lo sporco denaro.

    wlady

    RispondiElimina
  3. Carissimo Wlady, penso che i più criminali sono questi infami, venduti, vigliacchi, inqualificabili meteorologi. Si affannano nel nascondere le nefandezze dei loro padroni e tutto per vile denaro. Che schifo.

    RispondiElimina
  4. Condivido, quello che fà più male è essere presi per i fondelli da questi masnadieri prezzolati.
    Come dire: oltre il danno, la beffa.
    Uno dei peggiori è senza dubbio quell'omuncolo saccente in papillon in grado di trovare le scuse più improbabili:

    http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplRubriche/editoriali/gEditoriali.asp?ID_blog=25&ID_articolo=9675

    poi ci sono i vari graduati dell'aereonautica, che anche loro meritano un posto nella classificia dei bugiardi peggiori.
    Tuttavia c'è una cosa di cui non riesco a capacitarmi: perchè tutto questo accanimento verso l'Italia? Se il problema è la sovrappopolazione, l' Italia è un paese a crescita zero. Se non fosse per gli immigrati la popolazione italiana sarebbe rimasta invariata o addirittura in calo, perchè tentare di sterminarci con questi veleni? Ieri è stato un delirio di scie chimiche, una vera overdose tanto che il tramonto ha assunto delle colorazioni rossastre mai viste, sembra di essere su Marte e non sulla Terra.
    Siamo di fronte a un lento genocidio, questa è la tragica realtà dei fatti.

    RispondiElimina
  5. Fanno lo sgambetto ad uno Stato per poi far cadere tutta l'Europa.

    RispondiElimina
  6. Siamo governati dalla feccia.

    RispondiElimina
  7. Sì, siamo comandati da pazzi stanno causando dei disastri immani, è gente disumana e priva di coscienza. Nazisti!

    RispondiElimina
  8. io sono a berlino e qui è la stessa cosa. Quando il cielo è blu (cosa rara in questo periodo) le scie ci sono e come. Il fatto strano e che di solito in questo periodo c'è la neve e temperature bassissime, invece ci sono 6 gradi e non ha ancora nevicato neanche una volta.

    RispondiElimina
  9. Ero in macchina, passavo sotto le corone di una bellissima fila di pini lungo L'Arno.Bellissimo lo è stato questo viale .
    L' anno scorso a fine marzo una neve di piombo aveva fatto strage.Molti erano i rami spezzati e i gli alberi subivano una potatura radicale.
    Nevi artificiali erano scesi dal cielo. Non succede solo Cina, succede anche da noi.
    Era il mese dei titoloni, la Toscana era in emergenza.
    Come si fa a capire la differenza tra nevi naturali ed indotti? La conosco la differenza, ho letto articoli scientifici, ho letto perfino una tesi di dottorato di voce competente e so osservare.

    Ero ferma ed in attesa stamattina. Il semaforo era rosso e così ho alzato  lo sguardo ....e sono rimasta malissimo! Ho visto gli aghi  dei pini non verde scuro come dovrebbero essere, ma di color' verde giallino, colore di morte. Stanno morendo i pini,un viale distrutto.
    Ci sono le panche, la gente ci va a passeggiare, i vecchi si siedono, le mamme con i bimbi. Dove andranno?
    E piccola cosa, solo una viale di ristoro di una piccola cittadina non ci sarà più.


    C è una strage in corso qui in Toscana. Certo non solo da noi. Ma io qui ci vivo, e conto anche i miei alberi che muoiono.


    Notevole l'articolo di Grosso.Mi chiedo se sono nervosi alcuni di loro.
    http://meteolive.leonardo.it/news/Editoriali/8/Manca-una-vera-perturbazione-da-oltre-1-anno-grave-anomalia/35887/

    Vorrei chiedere a lui e ad altri: Vi rendetete conto del vostro fare? No?

    Da sempre , da quando esiste questo tipo di meteorologia con i suoi strumenti i vostri compiti si intrecciavano con altri scopi. All' insaputa delle popolazioni, all'insaputa anche della vostra categoria? Ingannati voi come noi? Me lo chiedo.
    http://www.guardian.co.uk/politics/2002/apr/21/uk.medicalscience?CMP=twt_gu

    Qui un metereologo eccellente:
    President of the Royal Meteorological Society from 1970 to 1972. Pasquill was named a Fellow of the Royal Society in 1977. He was elected an Honorary Member of the Royal Meteorological Society in 1978 and was awarded its Symons Gold Medal in 1978.

    I suoi meriti?
    La pagina completa:

    http://en.wikipedia.org/wiki/Frank_Pasquill

    RispondiElimina
  10. Vorrei chiedere a lui e ad altri: Vi rendetete conto del vostro fare? No?


    Sì, secondo me se ne rendono perfettamente conto e traggono un piacere perverso nel mentire.

    RispondiElimina
  11. 'L'Italia rischia di rimanere a secco per l'allarme siccita' che e' scattato pesantemente nella penisola con una riduzione media del 71% delle precipitazioni nella prima decade di gennaio, dopo un 2011 particolarmente asciutto''.
    ''Il risultato piu' evidente - sottolinea la Coldiretti - e' una magra straordinaria nel fiume Po, poca neve sulle montagne, mentre i grandi laghi di Como, Maggiore e Garda sono tutti al di sotto del livello medio e i terreni sono secchi''. L'assenza di pioggia ''sta provocando un allarme generalizzato sulla situazione dei principali bacini idrici e dei terreni, anche perche' e' mancata la neve che rappresenta un'importante scorta per le riserve idriche'', continua  l'associazione agricola. Ad esempio, ''il Po nella zona di Parma e' a un livello paragonabile a quello del periodo estivo mentre nella diga di Ridracoli, che garantisce la disponibilita' idrica in tutta la Romagna, ci sono solo 9,3 milioni di metri cubi di acqua, appena un terzo di quella presente normalmente in questo periodo''.
    La situazione, sempre secondo Coldiretti, e' destinata ad aggravarsi in primavera. Intanto, ''nelle campagne - conclude l'associazione agricola - i terreni induriti dalla siccita' rendono difficili e molto costosa la preparazione delle semine, ma preoccupa anche la disponibilita' idrica per l'irrigazione delle piante durante la fese di crescita primaverile estiva''.
    http://www.ilgiorno.it/como/cronaca/2012/01/17/654355-allarme_siccita_coldiretti.shtml

    Allarme siccità in Umbria, mancanza piogge e neve compromette irrigazione

    http://www.meteoweb.eu/2012/01/allarme-siccita-in-umbria-mancanza-piogge-e-neve-compromette-irrigazione/112348/

    RispondiElimina
  12. In Toscana


    http://www.meteoweb.eu/2011/11/emergenza-siccita-in-toscana-il-bilancino-e-a-secco/98367/

    RispondiElimina
  13. E' una spruzzata continua in gran parte del mondo non solo in Europa. Una cosa non riesco proprio a capirla e chiedo a voi. Coloro che irrorano e i meteo che conoscono la situazione e mentono non hanno preoccupazioni per la loro salute e quella dei loro figli? Mica vivono su Marte? Stanno assumendo sostanze che li proteggono? Perchè non riesco proprio a capire è autolesionismo acuto?

    RispondiElimina
  14. I soldi non ti proteggono dalla morte!

    RispondiElimina
  15. Noi ne siamo consapevoli, ma questa gente è troppo stupida per arrivarci.

    RispondiElimina
  16. Allora diciamoglielo! Facciamoli ragionare. Sanno che stanno mentendo ma sanno che rischiano di morire? I soldi non li proteggono e soprattutto non proteggono i loro figli. I piloti hanno una coscienza? Ogni volta che partono per irrorare scriviamoglielo NON UCCIDERE LE SCIE UCCIDONO!
    Scriviamolo ovunque facciamoli riflettere. Stanno diventando complici degli assassini!

    RispondiElimina
  17. Stiamo preparando un'iniziativa in questo senso.

    RispondiElimina
  18. C'è un famoso detto che recita:

    "Quando avrete abbattuto l'ultimo albero, quando avrete pescato l'ultimo pesce, quando avrete inquinato l'ultimo fiume, allora vi accorgerete che non si può mangiare il denaro."

    E questo è pressappoco quello che sta succedendo alla nostra civiltà. Comunque la situazione è disastrosa ovunque, la zona di Limone è praticamente senza neve, dal Tenda parte l'acquedotto che alimenta tutta la zona delle Langhe e del basso Piemonte, se continua così sarà una tragedia. Spero che lo sciopero dei trasporti serva ad arginare i voli chimici, almeno momentaneamente.

    RispondiElimina

I commenti sono sotto moderazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis