mercoledì 7 marzo 2012

Transito di mortali stratificazioni nuvolose

Nel titolo mutuiamo la nuova, grottesca espressione adottata dai centri meteo di regime, i quali prevedono, per i prossimi giorni, il "transito di innocue stratificazioni nuvolose". Innocue? No, ma se i meteorologi allineati precisano che sono stratificazioni innocue, significa che dobbiamo pensare tutto l'opposto. Perché dovrebbero precisare che sono innocue? Infatti non lo sono, visto che queste "innocue stratificazioni nuvolose", che oscureranno la benefica luce solare [1], saranno la diretta conseguenza di centinaia di sorvoli a bassa ed alta quota [2], atti ad ostacolare l'arrivo di un vasto fronte ciclonico dal Nord Europa.

Lo stato siccitoso perdurerà? La risposta è sì. Sulla base di dati oggettivi, noi di Tanker Enemy Meteo prevediamo tempo instabile, con la possibilità di qualche blanda precipitazione piovosa (neve al di sopra dei 700 metri) al Nord, al Centro e sulla Sardegna, tra il giorno 8 ed il giorno 9 marzo 2012. I fenomeni saranno minimi rispetto alle aspettative, considerato che l'imponente fronte imbrifero, proveniente dal Nord Europa, sarà notevolmente ridimensionato dalla dispersione di elementi igroscopici a quota cumulo e già le satellitari confermano questo stato di cose. Tra le nubi sarà possibile scorgere scie chimiche di tipo persistente e, laddove il cielo sarà completamente coperto, sarà facile udire il rombo dei motori, a conferma del cloud seeding igroscopico in corso.

Per il 10 marzo si avranno cieli ovattati al Nord ed al Centro (definiti "soleggiati" dai meteo di regime) e non saranno rare le letali coperture indotte (innocue stratificazioni nuvolose). Possibili residue precipitazioni tra Irpinia, Basilicata, Puglia e Calabria, nevose dai 1.300-1.400 metri e scie chimiche durevoli come contorno.

[1] La presenza di "innocue velature", atte a filtrare la luce solare, causa danni ai biomi, compromettendo la fotosintesi, facilita il proliferare di funghi e batteri ed impedisce negli uomini la produzione di vitamina D, notoriamente essenziale, perché previene l'insorgenza di tumori.

[2] Si noti che le scie e gli aerei ben osservabili da terra sono solo quelle create da velivoli militari e civili che sorvolano a "quota cumulo" (non oltre i 2.300 metri), mentre non sono assolutamente visibili gli aerei che sorvolano a quote superiori agli 8.000 metri.


NOTA: Le condizioni meteo e le attività di aerosol clandestine sono previste in base alle informazioni indirettamente fornite dal Servizio Meteorologico dell'Aeronautica Militare. Dati a loro volta incrociati con le previsioni fornite dai portali meteo che sono debitamente informati delle operazioni di geoingegneria clandestina sul territorio italiano ad opera dei militari.

48 commenti:

  1. buongiorno.
    zona treviso piena di "innocue" velature e scie persistenti a go go.
    ieri sera il meteo del tg3 regionale indicava nuvolosita in aumento con possibilità di piogge non in montagna ma sul litorale veneziano.
    mi sono messo a ridere pur sapendo che la situazione è grave. ormai sono senza ritegno ne vergogna le inattendibili previsioni dei media di regime.
    buona giornata

    RispondiElimina
  2. Ciao, "innocue velature" anche al Nord Ovest, con buona pace dei negazionisti.

    RispondiElimina
  3. Buongiorno, volevo segnalarvi la presenza di scie chimiche ben visibili sut sat24 nei pressi delle coste francesi e spagnole sull'oceano atlantico alle ore 09.00 di oggi.

    RispondiElimina
  4. Volevo anche porgervi una domanda forse banale: qual è lo scopo di liberare il cielo mediante l'uso delle scie chimiche? Portare alla siccità una zona, riempirla di metalli pesanti per contaminare acque/suolo/popolazione, avere cielo sereno per emettere microonde nella ionosfera... o cosa? Grazie

    RispondiElimina
  5. Tornando al discorso di sat24 oggi, alle ore 07.00-07.15 mi sembrano quasi evidenti due scie chimiche sotto ancona sull'adriatico e una sull'italia centrale.. però sono in vi di dissolvimento con l'arrivo della perturbazione a nord

    RispondiElimina
  6. Grazie Artattack... copertura chimica bene evidente in arrivo dalla Francia.

    Gli scopi sono molteplici e ne abbiamo parlato spesso, sia sul blog tankerenemy.com sia in interviste audio sia qui. Ad ogni modo, per rendere facile la comprensione del fenomeno, ho preparato alcuni file audio che riassumono le varie tematiche.

    I file possono essere anche scaricati cliccando sul singolo link con il tasto destro e sciegliendo la voce: "Salva oggetto con nome".

    Ciao

    TRACCE AUDIO


    Introduzione al fenomeno "scie chimiche"

    Microonde, scie chimiche e nubi

    H.A.A.R.P.. arma sismica, climatica e per il controllo mentale

    Bario in atmosfera? Ecco spiegato come e perché

    The fundamentals of aircraft combat survivability: analysis and design

    RispondiElimina
  7. Grazie Straker. Faccio i complimenti per il sito, sempre aggiornato e sempre molto interessante! vi seguo da diverso tempo.

    RispondiElimina
  8. e poi ci rompono le palle con sta cazzo di crisi che dobbiamo risparmiare. i militari e questi cazzi di aerei chissà come è che nn ne risentono. maledetti illuminati

    RispondiElimina
  9. Almeno 19 milioni di euro al giorno, solo per l'italia.

    RispondiElimina
  10. buongiorno
    per curiosità mi sono intrattenuto a vedere i bollettini meteo di oggi pomeriggio. e, udite udite, non hanno avuto neanche la decenza di modificarle. hanno messo di nuovo coperto con possibilità di piogge sul litorale veneziano. io intanto che scrivo sono a casa con la porta spalancata, un sole che spacca le pietre e 18° C in terrazzo. naturalmente il cielo è lattiginoso come da copione. inoltre su rainews24 un servizio lanciava l'allarme tempeste solari in arrivo con il solito tono terroristico.
    non sanno più cosa inventarsi

    RispondiElimina
  11. Citazione:

    Danneggiare l'agricoltura padana o spagnola? Costringerci ad emigrare verso la Sicilia, che sta facendo il pieno d'acqua? Pagare l'acqua a caro prezzo dall'estero da sua Maestà la Regina o a Barack Obama? O peggio provocare una guerra dell'acqua in Europa per arricchire il mercato bellico? Mi sembrano davvero considerazioni strampalate, di chi vuol vederci losco a tutti i costi e non conosce a fondo la materia.


    Alessio Grosso non ci crede.

    RispondiElimina
  12. ... non può fare altro che dire che non ci sta, e che non ci crede ...

    RispondiElimina
  13. Infatti. Potrebbe fare a meno, a questo punto.

    RispondiElimina
  14. ... è obbligato a scrivere, ha delle pressioni che non arrivano certo da questo blog, ma da chi deve sostenere la tesi negazioni-sta, ed inficiare con la sua testimonianza chi si pone delle domande scomode.

    RispondiElimina
  15. Genova - TROPPO SCOMPIGLIO HA FATTO L'ALLUVIONE - ORA NASCONDONO MA CI SONO .....

    RispondiElimina
  16. In effetti sembra che questa gente sia sotto pressione e che cerchi a tutti i costi di pararsi il sedere, con articoli del genere.

    RispondiElimina
  17. Ciao a tutti, confermo le previsioni con la rabbia di chi sapendo non può fare nulla se non respirare questo fedito cocktail. Come può un metereologo lavorare e al contempo dire la verità? Basta guardare wikipedia cosa dice delle scie chimiche per rendersi conto che è una lotta impari ma non per questo si deve mollare. Grosso è un pagliaccio e se avesse una coscienza dovrebbe quanto meno tacere!

    RispondiElimina
  18. Ciao Eleonora, condivido la tua rabbia, soprattutto in considerazione del fatto che certe verità scomode vengono quotidianamente nascoste da servi senza vergogna e senza coscienza.

    RispondiElimina
  19. Buongiorno a tutti, ancora purtroppo scie chimiche visibili alle ore 07.00-07.30 sull'oceano Atlantico (coste francesi). Gli ammassi nuvolosi che s'imbattono nelle scie chimiche dopo tendono a dissolversi e non raggiungono direttamente la Francia ma deviano verso Nord-Est.
    ogni giorno che passa è sempre peggio.... sono esperimenti senza limite

    RispondiElimina
  20. Quella pappa chimica sarebbe "alta pressione", secondo Alessio Grosso. Mah!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sicuro... l'alta pressione che ci mettono addosso e che ci dobbiamo poi anche respirare... nervi!

      Elimina
  21. Certamente, ovvio! farebbero meglio a stare in silenzio, si salverebbero il posto di lavoro ugualmente.
    Dal satellite è possbile vedere altre geometrie, oltre alle belle evidenti scie, di irrorazione chimica?

    RispondiElimina
  22. Ripetutamente ho visto in zona mia creare una vera cappa-cupola e „perturbazioni “che potevano “guastare” il bel tempo ad infrangersi e sfilacciarsi e/o spostarsi. Si poteva anche osservare dai satelliti.
    Fotte di aeri, 7-8 insieme al lavoro a creare questo muro invisibile . Avanti ed indietro si muovevano.
    Proprio come fanno gli aeri di linea.
    Purtroppo è difficile documentarlo. Bisognerebbe filmare per ore. Le foto non rendono.
    Queste tipo di operazione ( creare una specie di corridoio) ho osservato anche i giorni prima delle grande nevi. Si concentravano sopra la cresta dell' appenino. Alle sei la mattina gran lavoro di tessitura nubi a forma di strisce.

    C'era tanta neve in seeguito dall' altra parte della cresta... qui niente. Pura coincidenza immagino.
    Parlo della Toscana, zona interna.

    Il lavoro nei cieli è davvero complesso.
    Mi pare sempre più probabile che non siano piloti a pigiare i bottoni per i rilasci, ma che avvenga attraverso impianti sofisticati collegati con i radar e satelliti. E questo sopratutto per gli aeri di linea.

    Un grande videogiocho? Credo che sia possibile.
    Mi pare in alcuni giochi per il ragazzi questa ottica di creare il tempo sia già inserito.

    L' OMEGA – Costellazione rara come fenomeno fino a pochi anni è davvero frequente ormai .... e “non si sa perché”.
    Non so perché, ma mi viene in mente questa.
    Un applicazione “civile “ di una tecnologia che esiste anche per altri scopi. Irradiati dall' alto verso il basso, solleticando la ionosfera dal basso verso l'altro... insomma tante cose ci sono in cielo ed in terra....
    I giapponesi avevano in programma di creare una centrale nello spazio, convogliando
    l'energia solare via microwave-beam in un impianto a terra.
    Addesso avranno altri problemi e non so se mirano ancora di occupare lo spazio con questo tipo di impianto.
    http://inhabitat.com/japan-plans-21-billion-solar-space-post-to-power-294000-homes/
    www.rish.kyoto-u.ac.jp/jusps/KA-1.pdf

    Microonde e piogge...
    http://adsabs.harvard.edu/abs/1991SPRMD..10..315P

    RispondiElimina
  23. ciao, avete visto su sat24 gli ultimi spostamenti del ciclone che c'è sulla sicilia e più in generale al sud Italia? secondo voi è solo la naturale conseguenza della diga di scie chimiche al nord, oppure c'è sotto qualche sparata di qualche cannone NASA ad accrescerlo?

    certo la sua evoluzione, mi appare alquanto strana... e preoccupante...

    RispondiElimina
  24. Nulla di naturale e prevedo casini entro poche ore.

    RispondiElimina
  25. Inversione termica indotta e venti forti.

    RispondiElimina
  26. La provincia di Siracusa sarà sommersa da 200 mm di pioggia in 12 ore circa, si prevedono forti dissesti idrogeologici al seguito.

    RispondiElimina
  27. E' possibile e si dovrebbe estendere sino al centro. Roma.

    RispondiElimina
  28. Ti faccio una domanda: quando il cielo è sereno sul centro-nord come in questo momento, le irrorazioni cessano? oppure anche in questo momento inquinano il cielo con particelle igroscopiche?

    RispondiElimina
  29. Sì, proabilmente inizieranno verso le 3, 4 di mattina.

    RispondiElimina
  30. Spiegami per favore cosa intendi per: " nulla di naturale, variazione termica indotta". Ti ringrazio per le risposte che mi dai sempre ma ti chiedo appunto risposte perchè sei molto competente in materia climatica !! (io mi occupo invece di Geologia e su queste terminologie sono incompetente)

    RispondiElimina
  31. buongiorno dal nordest.
    qui cieli bianchicci e cieli persistenti anche oggi.
    ad Artattack vorrei dire che qui le scie chimiche non cessano quasi mai. dall'ultima pioggia consistente avvenuta nella zona (metà ottobre 2011 all'incirca che mi ha rallentato i lavori di installazione dei pannelli fotovoltaici sul tetto di casa per cui mi ricordo benissimo) le scie non si sono mai interrotte, hanno solo alternato tra persistenti ed evanescenti. l'unica volta che si sono interrotte per più di 12 ore è stato il week-end 26-26/02/12 in cui sono ricomparsi cielo azzurro e cumuli da bel tempo. ma alle diciassette ca. del giorno 26 hanno ripreso a spada tratta.
    se si vede il cielo "pulito" è perchè stanno utilizzando scie evanescenti in una situazione di bassa umidità.
    comunque qui la siccità è alle porte se non addirittura con un piede dentro casa.
    buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci credo purtroppo. Quà al centro (marche) si vedono ogni tanto, in qualche giornata sono evidentissime, in altre non ne vedo la presenza ma probabilmente ci saranno quelle evanescenti. Ormai si, la siccità è alle porte, fortuna l'ultima nevicata che anche se chimica ha rilasciato quantità di acqua in modo costante nel terreno.

      Elimina
    2. Probabilmente la motivazione è che al nord est le basi nato-Usa sono molteplici (soprattutto in Veneto, mentre qua sono poche)

      Elimina
    3. nel raggio di 80 chilometri da dove abito dovrei averne almeno 6 o 7 (solo come aeroporti e caserme) ma non mi sono mai messo a contarle effettivamente

      Elimina
  32. Solita presenza di scie chimiche questa mattina sull'Atlantico, coste Portoghesi. Questa volta però sono in mezzo a banchi nuvolosi.
    Come mai non invadono il ciclone di scie o sostanze chimiche (sicilia-Libia)??
    o forse lo hanno già fatto!

    RispondiElimina
  33. Ma è una cosa normale che le estremità del ciclone non sconfini mai oltre Roma? è impressionante... più di lì non vanno, come se ci fosse una barriera che deviasse la perturbazione a est o a ovest.

    RispondiElimina
  34. Ottima spiegazione, topochesalta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ringraziando per la considerazione positiva colgo l'occasione per specificare che la mia non voleva essere una spiegazione ma solo una testimonianza di ciò che osservo in modo da aggiungere un pezzo a questo puzzle nella speranza di vedere un quadro un pò più completo. mi fa piacere sapere che basta guardare bene il cielo per capire quello che succede. da ciò mi sembra di intuire che molti non guardano o si rifiutano di farlo.
      mi sento un pò meno incompreso
      buona giornata

      Elimina
  35. E' assurdo. Com'è possibile che la perturbazione (della SICILIA) non oltrepassi mai una certa quota, nei pressi di Roma? che cosa hanno buttato per far si che si crei un muro così forte da respingere la perturbazione e deviarla verso Est o Ovest?
    Posso capire una perturbazione che venga giù dall'Europa Centrale che devia per via della catena montuosa alpina posta normale alla corrente ma in questo caso non c'è nesun ostacolo perpendicolare alla perturbazione su quella linea.

    RispondiElimina
  36. Sarà una barriera ellettromagnetica e chimica? Attendiamoci nubifrafi artificiali in Sicilia e Calabria.

    RispondiElimina
  37. Risposte
    1. dentro studio aperto "l'omino del meteo" ha detto che i venti in calabria hanno superato questa mattina i 140 km/h... e nel siracusano una petroliera (per fortuna vuota...) si è arenata sugli scogli... onde di 8 metri l'hanno spinta li... quasi uno tsunami!?

      Invece qui nel sud ovest milanese, cieli bianchicci da scie chimiche, la luce del sole che arriva a terra ne risulta parecchio depotenziata. Venti in media sui 10 km/h.

      Elimina

I commenti sono sotto moderazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis