domenica 25 marzo 2012

Microonde

Appare sempre più frustrante relazionare sulle "decisioni meteo" attualmente in corso. Già, perché la situazione non sembra cambiare ed anzi ci pare che le cose stiano involvendo. I prossimi giorni vedono, infatti, un aumento artificiale delle temperature, nebbie, cieli bianchicci, nubi sfilacciate ed incoerenti e tutto ciò a causa dell'intensivo uso di armi a microonde e metalli elettroconduttivi ed igroscopici. I centri meteo di regime, imperterriti e senza vergogna, cianciano di "giornate soleggiate" ([...] L'anticiclone insiste su tutta l'Europa centro occidentale, regalando una giornata ben soleggiata su tutti i settori.[...] Tempo pienamente soleggiato su tutte le regioni con scarsa o nulla attività convettiva sui rilievi. Qualche velatura...[...]), laddove il sole potrà intravedersi solo di là da una fitta e velenosa coltre opalescente, utile a trasferire idoneamente "il segnale" e ad abbassare l'umidità atmosferica a valori del tutto innaturali. Le satellitari mostrano uno spettacolo disarmante, mettendo in evidenza il pedissequo e diuturno processo di distruzione della biosfera, con buona pace di meteorologi, politici, giornalisti, magistrati, pseudoecologisti servi e vigliacchi, adusi solo a leccare il deretano ai loro padroni.


NOTA: Le condizioni meteo e le attività di aerosol clandestine sono previste in base alle informazioni indirettamente fornite dal Servizio Meteorologico dell'Aeronautica Militare. Dati a loro volta incrociati con le previsioni fornite dai portali meteo che sono debitamente informati delle operazioni di geoingegneria clandestina sul territorio italiano ad opera dei militari.

32 commenti:

  1. "con buona pace di meteorologi, politici, giornalisti, magistrati, pseudoecologisti servi e vigliacchi, adusi solo a leccare il deretano ai loro padroni."

    Già ma dove sono i meteorologi, politici, giornalisti, magistrati, ecologisti, (e aggiungo) accademici, scienziati, medici e membri delle istituzioni onesti e di buona volontà a denunciare e perseguire i responsabili di questo scempio?

    A Milano adesso l'umidità relativa è del 35% e la temperatura a 22 e la gente è fuori con le maniche corte a godersi il teporino come quella rana che si addormenta nell'acqua tiepida nel pentolino sul fuoco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. già... ed aggiungo io... non se ne puo' più di vedere le stupide interviste nei vari tg dove la gente disinformata si dice "contenta e soddisfatta" della giornata senza auto... come se questo potesse servire a migliorare l'aria in qualche modo. Ma non si rendono assolutamente conto di quanto schifo c'è in cielo e ricade sulle loro-nostre teste, e che oggi senza andare in giro in auto respirano a pieni polmoni... magari convinti di avere una domenica "ecologica" e respirabile :-(((

      Elimina
  2. Buongiorno! volevo chiedere informazioni riguardo al fatto che mentre vado in macchina questi giorni (cielo sereno e senza nuvole) sul vetro del cruscotto si depositano goccioline di acqua non limpida, e ovviamente davanti a me non ci sono altre macchine in quel momento che possano sporcarmi il vetro.
    Sapete dirmi di cosa si tratta? mi spaventano alquanto..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tracce di polimeri igroscopici.

      Elimina
    2. Già l'assenza di nubi da bel tempo è indicativa della dispersione di metalli in atmosfera.

      Elimina
  3. Mi sembra di notare questa mattina una bella griglia di scie chimiche che costeggia la Gran Bretagna. che schifo, e la cosa brutta è l'ignoranza della gente che non alza nemmeno gli occhi al cielo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nebbia di ricaduta su tutta l'Europa. Questa notte si sono dati un gran da fare per assorbire le nubi che si erano formate.

      Elimina
  4. Abbiamo anche solo una via di scampo da tutto questo Straker?...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Senza una vera rivoluzione, temo di no.

      Elimina
    2. possiamo solo subire quello che hanno deciso di fare, e la cosa brutta è che non siamo tutti ignari. Forse si vivrebbe meglio senza sapere

      Elimina
    3. Bisogna spingere sull'acceleratore dell'informazione e se si raggiungerà la massa critica, il sistema crollerà sotto il peso delle sue stesse menzogne. Io confido sempre in una rivoluzione francese e non vedo l'ora di vere cadere le loro teste nella cesta.

      Elimina
  5. Questi giorni saremo di nuovo invasi dalle scie: notare alle ore 21.30 sulle coste francesi la presenza massiva di scie

    RispondiElimina
  6. che ovviamente va a indebolire il fronte proveniente dall'atlantico

    RispondiElimina
  7. ma questa acqua che loro si affrettano a prosciugare dai cieli da qualche parte prima o poi dovrà venir giù: aspettiamoci disastri come quelle già avvenuti in liguria.

    RispondiElimina
  8. buongiorno dal nordest,
    qiu "chimica" calma piatta: cioe non c'è niente di cambiato dalle precedenti settimane.
    siccità chimica con contorno di scie evanescenti e cieli bianchicci
    ma le nuvole? le nu... che cosa? whats nuvola?
    buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando va bene, lasciano piovere solo sul mare.

      Elimina
    2. Straker, collegandomi a quello che hai detto potrebbe essere questa la risposta della super perturbazione di qualche settimana fa in Sicilia: hanno fatto scaricare le perturbazioni nel Mediterraneo...

      Elimina
    3. Esattamente. V'è la scientifica volontà di impedire le piogge laddove esse sono utili. Sono sicuro che, con il Governo Monti, le decisioni siano state prese di comune accordo tra le parti (militari, civili, case farmaceutiche, aziende ogm etc.), al fine di ristabilire la privatizzazione delle forniture idriche, imtrodurre gli OGM ed ufficializzare il "cloud seeding" spacciandolo per qualche cosa operato per il nostro bene. Gli accordi con Israele pe rla stimolazione delle piogge saranno un paravento per proseguire nel terraforming senza essere disturbati dai "cacciatori di tankers".

      Elimina
  9. Osservando sat24 mi viene il mal di stomaco...
    guardate come le nuvole provenienti dall'Atlantico non riescano ad arrivare sulle coste Francesi e Spagnole per via delle scie chimiche apparse ieri proprio su quelle coste. Si è formata una barriera.
    Temo che se la perturbazione deviata a nord adesso rintornasse giu passando per l'europa dell'est e poi finire sull'Italia del Nord-est, ci sarà una bella battuta di scie chimiche anche lassù, così da rendere inerte la perturbazione stessa. Stiamo entrando in un periodo di siccità assoluta....

    RispondiElimina
  10. Eppoi la chiamano "alta pressione". Se non sono in malafede...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. più che pressione alta dovrebbero chiamarla aritmia cardiaca...

      Elimina
  11. leggevo una cosa ieri, in cui si diceva che l'opposto all'effetto igroscopico è dato da microparticelle di sale che servono per attirare le ultime particelle di umidità presenti in atmosfera e accumulandosi e saturandosi creano poi precipitazione. Cosa ne dici se progettassimo qualcosa del genere a insaputa di tutti e lo spariamo sull'Italia???

    RispondiElimina
  12. Gran parte del controllo del clima viene effettuato sul fronte delle microonde. Si è soliti dare la colpa ad HAARP ed antenne consociate ma quella è solo la punta dell'iceberg. Se noi vediamo 'wave clouds' spesso e volentieri in svariati settori dei nostri cieli pseudo-nuvolosi, dobbiamo ritenere che l'unico colpevole sia appunto il sistema HAARP e non magari radar militari posti sul suolo italiano che emettono in contemporanea segnali pulsati e anche satelliti segreti che ci bombardano da orbite prossime alla Terra?

    Fatto sta che le vere risorse di Big Brother ci sono almeno in parte sconosciute.

    RispondiElimina
  13. buongiorno dal nordest
    l'unica cosa che mi dà un pò di consolazione è che continuo a veder passare aerei con scie evanescenti, il che vorrebbe dire che la situazione non è stabilizzata. se riuscissimo a farli smettere forse la situazione ritornerebbe più o meno alla normalità.
    il problema è riuscire a farli smettere.
    buona giornata

    RispondiElimina
  14. Purtroppo la situazione non è esattamente questa. Infatti, l'uso delle scie non persistenti è determinato dal fatto che il medium atmosferico è sufficientemente secco ed elettroconduttivo, il che implica la non necessità delle scie persistenti, tali poiché contengono alte percentuali di trimetilallumino. Paradossalmente l'impiego di queste nuove tecniche, usate per la prima volta nel 2007 in Italia (come mezzo di dissimulazione), rendono la nostra aria ancora più tossica, in quanto il particolato di ricaduta (evidenziato dalle nebbie) è molto più concentrato rispetto a prima, allorquando si usavano solo le scie chimiche persistenti.

    Preciso che l'uso delle persistenti è ormai relegato ai soli periodi di bassa pressione, durante i quali l'avvicinamento di eventuali perturbazioni deve essere contrastato da adeguati quantitativi di elementi igroscopici.

    RispondiElimina
  15. nel milanese ormai sembra estate... ma io mi chiedo... speriamo che per meglio ammazzare la vegetazione, a questi pazzi non gli venga in mente di riportare una settimana di nevicate come c'è stata non moltissime settimane fa...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Francamente non credo,

      la tua ipotesi non è per niente peregrina; se dovesse capitare una nevicata con un abbasso repentino delle temperature, brucerebbe i fiori ed i germogli, impedendo ai frutti di nascere.

      Sarebbe una vera catastrofe per le derrate alimentari agricole, con conseguenti ripercussioni economiche, già provate dalla siccità e dall'avvelenamento, sia del suolo che dell'aria, con gravissimi danni alla salute pubblica già in ginocchio.

      Elimina

I commenti sono sotto moderazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis