lunedì 19 marzo 2012

La professione del meteorologo oggi

Con la guerra climatica in atto nel nostro paese e nel mondo le previsioni meteo sono una passeggiata. Affinché si possa essere precisi, al fine di prevedere le operazioni di aerosol clandestine, i mezzi disponibili sono due.

a) E' necessario essere meteorologi graduati dell'Aeronautica militare italiana e quindi, come tali, si è al corrente dei programmi di irrorazione sul territorio italico. Si diramano quindi i dispacci meteo, nei quali, spesso, si citerà la classica dicitura "innocue velature"... che in realtà sono coperture artificiali create ad hoc per mezzo di aerei civili (ad alta quota) e militari (a bassa quota - quelli che vediamo noi tutti i giorni).

b) Si appartiene a quella schiera di meteorologi da strapazzo, in genere appena smessi i pannolini, magari con un corso di 15 giorni alle spalle e si riportano pedissequamente le veline ricevute dai militari.

c) Si studia il "fenomeno scie chimiche" alias geoingegneria militare clandestina ed illegale e si interpretano i dati disponibili.

In effetti al giorno d'oggi il compianto Colonnello Bernacca scuoterebbe il capo e constaterebbe sconsolato che il tempo non è più scienza per uomini onesti, ma una tragica parodia da orchestrare giorno dopo giorno per assecondare le mire di controllo del clima di una banda di scellerati ed ingannare il popolo imbelle.

I prossimi tre giorni (20, 21 e 22 marzo 2012) vedono giornate all'insegna delle famigerate "velature". Le scarsissime piogge del 18 marzo sono ormai un ricordo. Infatti, le poche nubi imbrifere residue stanno per essere, in queste ore, dissolte da elementi igroscopici diffusi sin dalle prime ore dell'alba del 19. Nei giorni a seguire, quindi, saranno predominanti cieli bianchicci e senza nubi naturali da bel tempo (cumuli), nebbie di ricaduta e velature tossiche dovute al rilascio di metalli pesanti e polimeri igroscopici ed elettroconduttivi. L'impiego di scie chimiche di tipo semipersistente ed evanescente sarà preponderante, in quanto nelle operazioni di mantenimento elettroconduttivo non sono necessarie scie chimiche durature.


NOTA: Le condizioni meteo e le attività di aerosol clandestine sono previste in base alle informazioni indirettamente fornite dal Servizio Meteorologico dell'Aeronautica Militare. Dati a loro volta incrociati con le previsioni fornite dai portali meteo che sono debitamente informati delle operazioni di geoingegneria clandestina sul territorio italiano ad opera dei militari.

14 commenti:

  1. In Toscana anche "Grazie al Cielo" si procede verso sponde nuove...

    "Toscana-Israele, aprire prospettive di scambio su razionalizzazione idrica" scrive questo articolo

    FIRENZE – Dare il via a un programma di scambio tra la Regione Toscana e lo Stato di Israele che abbia al centro il grande tema dell’acqua e della razionalizzazione dei suoi usi, per fronteggiare i cambiamenti climatici e gli effetti di desertificazione. Con questa prospettiva si è concluso oggi l’incontro del presidente della Regione Toscana Enrico Rossi con il neo ambasciatore di Israele in Italia Naor Gilon.

    “Di fronte ai cambiamenti climatici che hanno forti effetti anche in Toscana – ha detto il presidente Rossi – dobbiamo attrezzarci per affrontare nuove situazioni di scarsità d’acqua e di vera e propria desertificazione. Da questo punto di vista lo stato di Israele, forte delle sue esperienze di sottrazione di terra al deserto, può dare un contributo importante anche a livello di innovazione tecnologica”.

    Nel corso dell’incontro con l’ambasciatore israeliano, che ha trascorso in passato un periodo di studio proprio a Firenze, affascinato dalla “culla del Rinascimento”, il presidente Rossi ha ricordato la collaborazione, riconfermata dalla Regione Toscana ogni anno, con il Centro Peres per la Pace di Tel Aviv per un progetto che provvede a far curare negli ospedali israeliani dei bambini palestinesi gravemente ammalati.

    Progetti di scambio e collaborazione sono in atto tra Italia e Israele soprattutto a livello commerciale, turistico, e di innnovazione tecnologica. Un ambito in cui la Toscana intende inserirsi, e ciò contribuirà, come ha sottolineato Rossi, a rinsaldare i rapporti reciproci.
    http://toscana-notizie.it/blog/2012/03/16/toscana-israele-aprire-prospettive-di-scambio-su-razionalizzazione-idrica/

    Altra innovazione interessante...
    L' Aeroporto amplificato a Pisa.

    Un'immensa area geografic sta per essere integrata all'interno di un progetto funzionale alle proiezioni belliche della NATO.

    La base USA di camp Derby è lo snodo, il "cuore pulsante" di questo progetto, che progressivamente intende integrare - senza soluzione di continuità - attività civili e militari.

    Aeroporto civile e militare, nautica da diporto, porto di Livorno, centri di studio militari, distretti industriali e artigianali, vie di trasporto su rotaia e su gomma. Un intero sistema produttivo e di servizi messi in "rete" con una base militare fondamentale per il rifornimento di tutte le guerre svoltesi nell'area euro - asiatica dal dopo guerra a oggi.

    Il progetto dell'Hub militare all'aeroporto Dall'Oro di Pisa chiuderà il cerchio di questa militarizzazione, ottimizzando al massimo le "proiezioni di forza" degli eserciti della NATO.

    C'è la Solvey in zona di Livorno con progetti.

    E uno tsunami di cemento prevedono in maremma.

    http://www.meteoweb.eu/2012/03/il-progetto-del-nuovo-porto-di-talamone-ad-orbetello-grosseto-uno-tsunami-di-cemento/124810/

    E??? Trivellare in diverse zone pregiatissime della regione. Ci sarà ostilità, ma si sa rimediare.Un po' di desertificazione risolve diversi problemi.

    Toscana come Texas dice qualcuno...
    http://qualenergia.it/articoli/20070727-la-toscana-come-il-texas-1

    RispondiElimina
  2. buongiorno dal nordest
    a parte una leggera pioggia di ieri che ha umidificato i prati, le previsioni dei giorni scorsi sono state ben centrate e se continua così anche queste saranno affidabili.
    rinpiango anch'io il mitico colonnello Bernacca che ti spiegava i fronti caldi e freddi e che descriveva questa stagione come il susseguirsi di fronti freddi provenienti dall'atlantico forieri di cospique precipitazioni.
    bei tempi quelli.
    buona giornata

    RispondiElimina
  3. "Marzo pazzerello, guarda il sole e prendi lombrello". I nostri nonni usavano recitare questo detto che, oramai, alla luce delle modifiche climatiche, non ha più ragione d'essere. Questo dovrebbe far pensare gli italioti che si bevono le veline dei meteo di regime.

    RispondiElimina
  4. Qui sopra sanremo, di primo mattino hanno iniziato a spruzzare con scie eevanescenti. Ora è tutto coperto da una fitta coltre bianca. Le "innocue velature" hanno colpito ancora.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. qui nel milanese è successo lo stesso, oggi (lunedi).

      Elimina
    2. Dillo ai disinformatori...

      Elimina
  5. E' in arrivo un imponente fronte imbrifero dalla Francia. In queste ore, quindi, si stanno dando un gran da fare per bloccarne l'ingresso sull'Italia.

    RispondiElimina
  6. La perturbazione segnalata ieri, in arrivo dalla Francia, è stata completamente neutralizzata.

    RispondiElimina
  7. buongiorno dal nordest.
    ho visto anch'io le animazioni di sat24. non so più cosa dire. qui la siccità e il caldo fuori stagione imperversano. posso solo dire che stiamo rischiando veramente grosso.
    e la maggior parte della gente dorme e pensa al calcio.
    staremo a vedere ma non abbiamo più molto tempo a disposizione per riuscire a cambiare le cose.
    buona giornata

    RispondiElimina
  8. E' così: purtroppo il tempo stringe ed il razionamento delle forniture idriche è già alle porte, con tutto quello che ne consegue.

    RispondiElimina
  9. Il comune di Milano sta mettendo i piedi avanti e comincia a parlare dell'acqua, del suo risparmio, "Una ricerca Ispo rivela maggiore attenzione a evitare gli sprechi."

    Sarà un caso che questa iniziativa è stata presa ieri 21 marzo, inizio della primavera?

    http://www.comune.milano.it/portale/wps/portal/!ut/p/c0/04_SB8K8xLLM9MSSzPy8xBz9CP0os3hHX9OgAE8TIwP_kGBjAyMPb58Qb0tfYwMDA_2CbEdFAJbRREs!/?WCM_GLOBAL_CONTEXT=/wps/wcm/connect/ContentLibrary/giornale/giornale/tutte+le+notizie+new/politiche+per+il+lavoro%2C+sviluppo+economico%2C+universita+e+ricerca/acuqa_milanesi_rubinetto

    La Toscana (Firenze) è già in allarme rosso, "La Toscana ha sete le precipitazioni delle ultime ore non incideranno su falde e bacini sempre più magri. In primavera rischio di tagli dell'erogazione. L'appello ai cittadini: Consumo più consapevole".

    Questa nota era del 6 marzo, adesso le cose sono peggiorate.

    http://firenze.repubblica.it/cronaca/2012/03/06/news/questa_pioggia_non_baster_siccit_rischio_razionamento_acqua-31009318/

    RispondiElimina
  10. Sapevate che presso il Comune di Milano sta "operando" eSSSe? E quindi...

    RispondiElimina
  11. ieri scie chimiche persistenti nel milanese... persino sopra ad Arcore... sono proprio democratici gli amici con le ali... stamattina invece sono tornati alle semipersistenti, ieri in uscita dal lavoro ho pure fotografato con il cell una bella scia chimica in formazione da parte di due aerei, a forma di V... è la prima volta che ne vedevo di questo tipo e mi ha incuriosito, di solito sono a reticolo... appena riesco e se riesco la pubblico qui... V = visitors (quelli del telefilm almeno alcuni erano più simaptici di questi).

    RispondiElimina

I commenti sono sotto moderazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis