sabato 4 agosto 2012

Nerone incendia l'Italia? No, i piromani sono altri

E’ recente la pubblicazione della nuova mappa delle "sperimentazioni" di modificazione meteorologica e climatica. La carta tematica è stata realizzata dall’E.T.C. Group di Pat Mooney, il quale è stato ospite della conferenza "Terra Futura", svoltasi in Toscana ed intervistato da Maria Heibel. L'E.T.C. Group è un'organizzazione internazionale che si occupa di biodiversità e di diritti umani. E.T.C., la cui sigla sta per "erosione, tecnologia e concentrazione", dal 2010 sta conducendo una campagna contro la Geoingegneria che tuttavia viene considerata più un piano scellerato che una tragica e quotidiana realtà. In ogni caso, la mappa cui si accennava è eloquente: l'Italia è indicata come paese in cui ci si prefigge la riduzione delle precipitazioni. Sarà un caso che la nostra penisola è afflitta da cronica carenza idrica?

Intanto i centri meteo di regime continuano con il mantra dell'alta pressione, menzionando due nuovi anticicloni: Ulisse e Nerone. Quest'ultimo è previsto per il 7 agosto 2012. In realtà, come evidenziato dall'immagine di copertina, le cose non stanno realmente così, ma comprendiamo i mentitori, i quali devono pur inventarsi qualcosa per giustificare l'assenza di precipitazioni ed il caldo spropositato. Tant'è che Andrea Falcinelli, del portale meteorologico ilmeteo.it, è costretto a citare anche le consuete "velature" e le "nubi stratificate". Lo specialista ne prevede la formazione, per cui è informato sulle future operazioni di aerosol clandestine con largo anticipo. Egli ne conosce perfettamente la genesi completamente artificiale, ma si guarda bene dal dichiarare che cosa esse sono veramente e tanto meno ammette che la causa del caldo eccezionale e della carenza di piogge è proprio da ricercare in quelle... velature ed in quelle nubi stratificate. A tal proposito, l'Harvard University lancia l'allarme attraverso il britannico DailyMail con un articolo dal titolo: "Danger in the air: Atmospheric particles a fraction of the width of human hair could be driving climate change - Tiny particles could be responsible for the amount of cloud-seeding in our skies". Di seguito un sunto in italiano.

"Pericolo in atmosfera: le particelle, il cui diametro è inferiore a quello di un capello umano, potrebbero influire sui fenomeni meteorologici. Minuscole particelle potrebbero essere responsabili dell'ammontare del "cloud-seeding" nei nostri cieli. Queste nanoparticelle assorbono o riverberano la luce ed incidono sui cicli di riscaldamento del pianeta.

Scienziati dell'Università di Harvard hanno studiato le particelle atmosferiche, inquinanti atmosferici altamente letali che si stanno accumulando in tutta la biosfera, specialmente sopra le città. Le minuscole particelle svolgono un ruolo chiave nella contaminazione dell'aria e nelle aberrazioni climatiche, fornendo una superficie per le reazioni chimiche ed uno "specchio" (quale incredibile coincidenza! ndr) che riflette la radiazione solare. [...] Allan Bertram, docente all'Università della British Columbia, ha affermato: "Abbiamo bisogno di capire quanto più possibile la composizione chimica, le proprietà fisiche e le interazioni delle particelle atmosferiche, se vogliamo valutarne l'impatto sulla salute umana, i modelli climatici regionali ed i cambiamenti climatici addirittura mondiali".

Nonostante quasi ogni giorno si abbiano nuove conferme, ci sono ancora soggetti, istituzionalmente finanziati, che osano negare l'esistenza di un'operazione globale di modifica climatica. Ricordate questi nomi e questi volti, quando, in un futuro, si spera prossimo, i responsabili dovranno essere perdeguiti e puniti per favoreggiamento.

PREVISIONE

Per i prossimi tre giorni valutiamo il ritorno di scie chimiche di tipo persistente e semipersistente, soprattutto nelle regioni settentrionali del paese, laddove gli artefici della geoingegneria clandestina militare ed illegale si adopereranno alacremente per ridurre al massimo i fenomeni piovosi, distruggendo e/o deviando le perturbazioni verso la vicina Svizzera in cui si concentrerà la maggior parte delle preciptazioni. Quindi avremo "velature igroscopiche artificiali" su Piemonte, Liguria Occidentale, Lombardia, Veneto, Friuli, Toscana, parte dell'Emilia Romagna. Al Centro ed al Nord il cielo sarà "plastificato" e del tutto privo di nubi da bel tempo, la cui naturale formazione è costantemente impedita (nonostante le elevate temperature e la notevole evaporazione), dai composti polimerici igroscopici diffusi in atmosfera, anche nelle ore notturne. L'effetto serra, garantito dagli aerosol aviodispersi, indurrà un ulteriore incremento dei valori termici, che potranno agevolmente raggiungere e superare, per il giorno 7 agosto, i 40° Celsius.

Qui sotto le previsioni del meteorologo Andrea Falcinelli che, con estrema disinvoltura e faccia tosta, prevede velature e nubi stratificate.

Per una maggiore comprensione dei fenomeni legati alla guerra ambientale in corso, abbiamo realizzato l'Atlante dei cieli chimici.

NOTA: Le condizioni meteo e le attività di aerosol clandestine sono previste in base alle informazioni indirettamente fornite dal Servizio Meteorologico dell'Aeronautica Militare. Dati a loro volta incrociati con le previsioni fornite dai portali meteo che sono debitamente informati delle operazioni di geoingegneria clandestina sul territorio italiano ad opera dei militari.

52 commenti:

  1. Fa troppo caldo e da troppi giorni... qui nel milanese il cielo ha un colore che dire inventato è poco... in più personalmente soffro di diarrea più o meno grave da oltre due settimane... chissà che non sia anche questo un bel regalo di cio' che respiro, mio malgrado, e che ogni giorno trovo accumularsi in maniera abnorme sulla mia auto color azzurro... si l'unica cosa azzurra che vedo da queste parti...!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I problemi all'intestino possono deriare dal bario.

      Elimina
  2. Ieri intensa attività dei maiali volanti con scie persistenti e conseguenti velature gliusto per dare una rinfrescata al cielo bianco.
    Una cosa mi dà pensiero, perlomeno qui da me noto una drastica riduzione di insetti, in aeroporto dove lavoro la mattina ne trovo morti a migliaia lontano da dove disinfestano insieme a molti volatili anche grandi (fagiani), l'agricoltura è un disastro e ci sarà da piangere a settembre.

    La necessità del pane quotidiano obbligherà i Gentili a tacere ed a rimanere nostri umili servitori.

    Dai protocolli dei savi de sion (protocollo XIII).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Etilene dibromuro, additivo per carburante JP8, usato anche come insetticida e vietato dall'E.P.A., ma ancora in uso per gli aerei come gli A.W.A.C.S.

      Elimina
    2. Accadrà quanto scritto nei Protocolli, Zak.

      Elimina
  3. http://straker-61.blogspot.com/
    Tankerenemy deve morire

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. bacco, tabacco e scie chimiche in genere trasformano in fretta la vespetta sanremese in cenere. :^D

      Elimina
  4. Qui da me a Pg da l'altro ieri si stanno dando da fare come matti queste merde, con scie lunghe ed evanescenti! Spero che molto presto avranno anche loro ciò che si meritano come i loro lecca culo dei disinformatori

    RispondiElimina
  5. Vi dev'essere una causa occulta dietro questo caldo orribile. Faccio fatica ad afferrarne i motivi. Forse il comune amico Max potrebbe aiutarci a capire, ma ormai Max non si presta più da tempo al dibattimento in rete. Sono certo che lui ne capisce più di noi.

    Ma - e lo ripeto - il motivo per cui provocano questo caldo assurdo è quello di influire sul mentale ovvero sullo psichismo delle persone. Il caldo eccessivo altera sicuramente le modalità di percezione della realtà. Ora, se uno è consapevole del problema, non verrà influenzato più di tanto da simili diavolerie ed il suo contatto con la realtà rimarrà ben saldo in ogni circostanza e frangente.

    Ma se uno, come accade per la stragrande maggioranza delle persone, non si rende conto di quel che bolle in pentola e cioè del fatto che tale calura è artificiale e provocata, le conseguenze nei confronti della sua anima potrebbero risultare fatali.

    A questo punto i 'debunkers' e la Magistratura possono inquisire, processare, perseguitare, martoriare e condannare coloro che denunciano il gravissimo crimine della Geoingegneria. Ma il problema rimane ed è lì davanti agli occhi di tutti. Assai presto tutti i reponsabili ne dovranno rendere conto davanti ad una Giustizia implacabile che non è ovviamente quella degli uomini.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Intanto gli effetti concreti ed immediati si vedono a a danno dell'agricoltura. E non è che non lo sappiamo... Anzi!

      Elimina
  6. Esistono gli effetti più immediati, tangibili delle operazioni di Geoingegneria che si identificano ovviamente con i disastri arrecati alle coltivazioni ed altri effetti di tipo sottile, assai meno visibili che consistono nelle modificazioni della porzione animica degli esseri umani.
    Insomma la Geingegneria è come un ombrello che mira, come tutti sappiamo da tempo, a diversi obiettivi sia fisici che iperfisici.

    RispondiElimina
  7. Torino 12:30, cielo grigio e tuoni, ha fatto in tempo a fare 2 gocce, poi è arrivato uno squarcio dal nulla, non ero a casa,
    quindi ho ripreso l'apertura del cielo purtroppo quando era già così:
    http://imageshack.us/f/208/1003847rf.jpg/
    http://imageshack.us/photo/my-images/9/1003836m.jpg/
    http://imageshack.us/photo/my-images/404/1003833e.jpg/

    la scia nella prima immagine, quella lunga, sono riuscito a seguirla con una buona sequenza dalle 12:32 alle 12:51 dopo iniziava ad essere troppo estesa per essere riconosciuta e anche per l'attendibilità delle foto, avessi avuto una video camera con una registrazione di un'oretta, ricaricata poi ad alta velocità sarebbe stata un'altra ennesima prova delle scie persistenti che si estendono velando il cielo. Tuttavia la serie di scatti rende bene l'idea, appena finisco il montaggio lo linko.

    Sebbene ci siano state innumerevoli segnalazioni simili, penso che sia giusto comunque continuare a segnalare con foto, video, date.
    Grazie a questo blog e a questo spazio riservato al tempo =)

    RispondiElimina
  8. Pochi giorni fa al lavoro ho tentato di far notare la strana assenza di nubi nel cielo ad alcune persone che lavorano con me, spiegandone la causa; Uno mi ha riso in faccia incredulo, un altro mi ha detto "bhè ma così vedi tutto nero, non c'è speranza, no no è troppo!"...Di sicuro a fine agosto su canale 5 entrambi non mancheranno l'appuntamento con la puntata finale di Veline per sapere chi sono le vincitrici e poi tutti trafelati in attesa delle nuove elezioni ove potranno decidere il nome del premier tra d'alema-fini-berlusca.
    Ma incazzarci con i criminali volanti ha senso??

    RispondiElimina
  9. Intanto mentre qui si muore di caldo... e le scie chimiche la fanno da padrone, con danni di ogni genere, comprese coltivazioni e psiche, e salute in genere... in tv ce la menano con la sonda che sta per atterrare su Marte, per dirci chissà che cosa... solito fumo negli occhi di chi spera in un futuro migliore grazie alle scoperte "scentifiche-astronomiche" non fosse che poi vengono riutilizzate tutte soprattutto per fini militari... e con tutti i fondi militari già stanziati negli ultimi 200 anni nel mondo, fossero stati usati dal uomo per scoperte pro genere umano, e non contro (per autodistruggersi gli uni agli altri) oggi vivremo tutti meglio dei ricchi di oggi, con un'età media di almeno 200 anni, e con una popolazione, non in difficoltà, ma rigogliosa e felice, di almeno 3-4 volte la popolazione mondiale attuale (destinata tra l'altro a diminuire, visto l'andazzo).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' proprio come scrivi: la "scienza" e la tecnoogia sono votate alla distruzione ed alla morte. La Terra è stata trasformata in un inferno elettromagnetico.

      Ciao

      Elimina
  10. Errata corrige: tecnologia.

    RispondiElimina
  11. I nubifragi sono l'altra faccia della siccità: mentre quasi tutta l'Italia brucia per le temperature roventi, in aree circoscritte, per compensazione energetica, si scatena l'inferno d'acqua anche con vittime che ora gridano vendetta.

    RispondiElimina
  12. Il tempo rimarrà splendido, salvo locali temporali sulle Alpi orientale e successivamente - in forma più sporadica - lungo la dorsale appenninica centro meridionale.



    Meteogiornale .... no comment.
    Il disastro in Alto Adige richiama un po' le Cinque Terre.......

    Marte?

    Operare e modificare l'atmosfera è in vista anche della conquista dello spazio...
    Mentre qua giù si morirà di fame c'è chi guarda molto più in alto. Prenderà presto l'ascensore per andare sulla luna,per saccheggiare anche là
    ..
    Non è fantascienza, ci sono incontri annuali su questi progetti.

    http://it.wikipedia.org/wiki/Ascensore_spaziale_lunare

    Anche i giapponesi hanno o avevano grandi progetti.

    http://subitonews.com/2012/02/ascensore-spaziale-il-giappone-ne-prevede-uno-per-il-2050-6360/

    RispondiElimina
  13. Se impedisci le piogge da una parte, queste si scatenano con maggior veemenza nelle limitrofe. E' un dato acclarato.

    RispondiElimina
  14. A Torino, in corso Regina, un albero si è abbattuto su una vettura. La conducente ricoverata con prognosi riservata, non è in pericolo di vita. Molti i problemi a nord del capoluogo: case scoperchiate in provincia di Asti
    http://torino.repubblica.it/cronaca/2012/08/05/news/albero_cade_su_un_auto_intrappolata_una_donna-40415344/

    Alluvione in Alto Adige, 2 morti e 150 sfollati. A Vipiteno sono caduti 87mm di pioggia!
    http://www.meteoweb.eu/2012/08/alluvione-in-alto-adige-2-morti-e-150-sfollati-a-vipiteno-sono-caduti-87mm-di-pioggia/146760/

    Queste non sono le famose "bombe" d'acqua di cui parlava mercalli qualche anno fa?!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. http://www.tanker-enemy.tv/nubifragi-indotti.htm

      Elimina
  15. C'è anche chi parla di un progetto complessivo per arrivare ad una nuova glaciazione, anche se io la trovo un'ipotesi non credibilissima in quanto se mancasse l'afflusso di acqua salata alle calotte polari per lo scioglimento dei ghiacci, non si avrebbe un effetto di glaciazione in quanto è proprio il sale a mantenere sotto 0 il ghiaccio. In ogni caso non mi stupirebbe avessero pensato anche a questo nelle loro perverse e malate menti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Improbabile, visto che lo sfruttamento delle riserve sotterranee dei poli fanno gola.

      Elimina
  16. Ieri comunque i pilotini li ho maledetti con tutto il cuore, nessuna persistente, cielo di plastica fin dal mattino. Per un po' si sono viste nubi da bel tempo, formazioni piuttosto grosse, visto che sono circondato da montagne, devono avere una certa consistenza. L'intera giornata è stata accompagnata da rombi di motore, non un attimo di tregua, ma difficili da localizzare. Attacchi mirati, ma implacabili. Nel tardo pomeriggio le due nubi si erano completamente rarefatte, il cielo bianchissimo e all'orizzonte le montagne non si vedevano, la nebbia di ricaduta più fitta che abbia mai visto e si capiva che era artificiale perché non era una vera e propia nebbia, ma come un'enorme massa polverosa bianchiccia. Tutto questo vicino Empoli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un panorama ormai comune. Anche qui, come previsto, cielo bianco e copertura igroscopica diffusa da orizzonte ad orizzonte. Condivido le maledizioni.

      Elimina
    2. Mi unisco alle maledizioni.

      Elimina
  17. Andrea Falcinelli continua a cianciare di Nerone, l'anticicolone proveniente dall'Africa. Falso, come dimostrato da questa mappa.

    RispondiElimina
  18. Che siamo in un modello naturale di bassa e che l'africano sia inventato lo si può evincere in questo momento nella provincia di Firenze. Cielo coperto, nuovoloni nerissimi, vento fresco, non sta minimamente piovendo... i tanker hanno un po' esagerato con l'afa ieri che deve essere evaporata più acqua del previsto, soprattutto per le temperature notturne folli e la natura ha mandato un po' a ramengo le previsioni servili che davano solleone cocente con il picco di 40° nel primo pomeriggio. Non pioverà, questo è indubbio e la massa di umido che si creerà grazie alla chimica igroscopica ci darà il benservito domani con un'afa spaventosa (sono già al lavoro, si sente un gran rombare). Però il caldo porta evaporazione, dieci anni fa ci sarebbero stati gli oramai lontani acquazzoni estivi, oggi un cielo carico che non scarica. Ennesima dimostrazione che è tutta plastica e che le loro previsioni mensili sono ben dettate, dato che non riescono a fare neppure quelle per il giorno dopo.

    RispondiElimina
  19. Qui in provincia di torino ieri sera ha fatto un temporale pazzesco...la grandine ha distrutto buona parte di colture di ortaggi della zona. Dall'inizio della primavera è l'ennesimo nubifragio...non piove mai e quando piove viene giù il finimondo..tutta l'acqua che non cade in italia viene giù concentrata in un posto solo.
    Su ilmeteo.it continuano a parlare di cuneo anticiclonico africano ma non mostrano mai una carta di isobare, ormai non si sforzano nemmeno nel cercare di rendere le loro balle verosimili

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si avvantaggiano del concetto di autoreferenzialità. In tal modo non devono dimostrare niente e tanto sanno che la stragrande maggioranza delle persone si bevono tutto. Ma finirà anche questo lusso, prima o poi. I nodi verranno al pettine e costoro dovranno pagare che il reiterato reato di favoreggiamento.

      Elimina
    2. La totale distruzione dell'ambiente, o siccità o nubifragi, prepariamoci.

      Elimina
    3. Sì, Zak, è proprio così. Tertium non datur.

      Ciao

      Elimina
  20. spero tanto che arrivi un qualche cambiamento in tempi brevi...non so se è peggio questa sensazione di impotenza o il vedere la gente che non si accorge di niente come dei lobotomizzati...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hanno pensato anche a questo i malefici artefici, appena i disastri saranno incolmabili non verrà fuori che il casino è stato combinato dalla geoingegneria, ma i tromboni propineranno la geoingegneria come soluzione al disastro e allora sì che vivremmo un periodo di plastica. Non vedono l'ora.

      Elimina
    2. E' tutto dannatamente così come scrivi!

      Elimina
  21. buongiorno dal nordest
    non preoccupatevi, stanno già preparando il terreno. dopo i disastri di ieri (torino, bolzano per le bombe d'acqua e la sicilia per gli incendi) non fanno altro che passare servizi e interviste sui cambiamenti climatici dovuti all'effetto serra.
    mentre li guardavo mi veniva di sputargli in faccia ma mi trattenevo per non sporcare il televisore che poi mi toccava anche pulire.qui siamo già al disastro per l'agricoltura.ho parlato sabato con un conoscente che ha un piccolo vigneto ed era molto pessimista mentre dava acqua alle viti.devo dire che mi ha ascoltato mentre lo illuminavo anche se non so se sono riuscito a convicerlo.sicuramente alzerà lo sguardo un po' più spesso.stamattina poi mi è capitato di vedere un aereo intorno ai 2000 metri di altitudine a velocità molto ridotta che emetteva una scia lievissima quasi invisibile. ho pensato che avesse esaurito i veleni ma ha continuato per troppo tempo a mio parere.tra le altre cose, stamani, guardavo le previsioni di canale5 e sono rimasto di stucco.vanno dicendo che oggi deve essere l'apice del caldo portato dall'anticiclone africano ma la grafica segnava che i venti sarebbero stati di maestrale sul tirreno.una contraddizione palese.chissà per quanto riusciranno a tenere buona la plebe.qui intanto patiamo caldo e afa.ho spedito i miei figli dai nonni su in montagna, anche se è una zona relativamente sicura mi viene sempre il pensiero che si possano trovare in mezzo a un nubifragio.ma prima o poi sò che riuscirò a fare un pò di conti e a rogolarli.il detto dice che il diavolo fa le pentole ma non i coperchi.
    buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao carissimo, ho letto il tuo particolareggiato e pungente resoconto ad un amico e ci siamo aggiunti alle tue maledizioni nei confronti di questi venduti. Ed hai ragione: prima o poi pagheranno.

      Elimina
  22. Profumo? No, mi pare puzza di bruciato.

    Emergenza siccità, le parole del ministro Profumo: “per combatterla bisogna investire in nuovi satelliti”

    “L’Italia ha bisogno di investire in satelliti di nuova generazione, come quelli ottici, e credo che nel loro complesso questo ci potrà aiutare anche sul tema della siccità“. Lo ha detto il ministro della Scuola, dell’Università e della Ricerca, Francesco Profumo, a margine della presentazione di un accordo con la Regione Toscana. Il ministro ha ricordato come “per studiare e combattere i fenomeni della siccità abbiamo un elemento di partenza molto importante che è l’utilizzo di tecnologie radar e satellitari. Allo stesso tempo -ha aggiunto- l’Italia ha bisogno di investire in satelliti di nuova generazione“. Per altro, con l’idroelettrico, “anche le energie rinnovabili su cui stiamo investendo prevedono l’utilizzo dell’acqua, che diventa una risorsa ulteriormente importante“, ha concluso Profumo.

    RispondiElimina
  23. Topochesalta, quanti hanno compreso che ci attende la carestia? Mi auguro che verrà il giorno in cui negazionisti dovranno cibarsi con i loro I-pad.

    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. zret quando arriverà la carestia sappiamo già di chi cibarci per prima... metereologi preparatevi :-)... se poi qualcuno non ne ha voglia... un po' di "zombie droga" e subito la voglia di affondare i denti nelle loro cosce biancacee e pelose vedi che torna...

      Elimina
  24. Se il ministro, spendesse meno in voli clandestini noo?
    L'acqua senza dubbio è una risorsa importante, ma è anche di vitale importanza, cosa vuole dire con ciò? Privatizzarla?

    Non vedo come i satelliti di nuova generazione, possano incrementare le precipitazioni e/o assolvere all'evidente indotta siccità, forse gli servono per meglio mentire nei servizi meteorologici? Già ora ci fanno vedere i cartoni animati, con animati e discutibili professionisti blasonati della meteorologia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. scherzi??? i satelliti di nuova generazione sono INDISPENSABILI!!! quasi quanto i cacciabombardieri F35 da 200ml di € l'uno......

      Elimina
    2. vuoi mettere spegnere un incendio a furia di missili aria-terra, anzichè con quei lenti e vetusti canadair? ovviamente guidati da terra con i nuovi radar e satelliti by HAARP e Co.

      Elimina
  25. Il ministro della Pubblica distruzione, Fragranza, non ha tutti i torti: i satelliti si potrebbero impiegare per... omissis.

    RispondiElimina
  26. quelli che se ne rendono conto sono sempre troppo pochi purtroppo. ma io non perdo l'occasione per cercare di svegliarli, se non altro per non dargli l'alibi di poter dire "io non sapevo, io non immaginavo" come i cittadini tedeschi condotti dagli americani nei campi di concentramento alla fine della seconda guerra mondiale.comunque sembra si stiano avverando le previsioni di Capo Toro Seduto che disse: “Solo quando l'ultimo fiume sarà prosciugato, quando l'ultimo albero sarà abbattuto,
    quando l'ultimo animale sarà ucciso, solo allora capirete che il denaro non si mangia."
    buona giornata

    RispondiElimina
  27. Curioso che abbiano chiamato l'attuale anticiclone africano 'Nerone'. Secondo la leggenda riportata da Tacito negli 'Annali' - ma poi la critica letteraria ha dimostrato che il passo nel quale lo storico romano descrive l'incendio di Roma e il rogo dei primi cristiani non è che un falso creato nel Quattrocento dall'umanista Poggio Bracciolini - sarebbe stato appunto l'eccentrico e crudele imperatore il primo nella Storia a preseguitare i cristiani. Nerone quale prefigurazione dell'Anticristo nell'immaginario dei primi secoli del Cristianesimo.

    Penso che non dovrebbe dunquq sfuggire l'intenzionalità dell'appellativo 'Nerone' affibbiato a tale congiuntura meteorologica. Una calura spaventosa che brucia questa volta - e per il momento - non Roma ma la Natura che ci circonda insieme ai 'cristiani'. E qui per 'cristiani' si dovrebbe intendere forse non solo quello che rimane del Cristianesimo, ma gli ultimi esseri umani che adottano un atteggiamento religioso nei confronti della Natura e del Creato.

    Insomma un attacco in grande stile a coloro che detengono ancora una visione religiosa del Mondo.

    RispondiElimina

I commenti sono sotto moderazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis