sabato 24 dicembre 2011

Periodo natalizio: panettone con anticiclone rovinato dalle "innocue velature"

L'intensa attività di aerosol persistenti su Germania, Svizzera, Austria, Repubblica ceca influisce sulla permanenza di un'area di alta pressione centrata tra Nord e Centro Italia. In conseguenza di ciò, il giorno 25 dicembre sarà caratterizzato da "operazioni di mantenimento elettroconduttivo" con impiego di scie evanescenti a quote comprese tra 1.500 e 2.900 metri circa. Sarà quindi possibile osservare nebbie di ricaduta specialmente al mattino e cieli offuscati, in maggior evidenza nelle ore centrali della giornata. Compatti strati indotti di bassa quota (le "innocue velature"...) attraverseranno, da Nord verso Sud, le regioni Nord Orientali.

L'abnorme presenza di manganese nelle acque potabili dimostra la dispersione di tale elemento, al fine di ottenere una colorazione del cielo molto simile a quella naturale. Uno stratagemmma diffuso negli Stati Uniti da qualche anno ed ora adottato anche in Italia. Per questo motivo sarà ingannevole, non notando un tono evidentemente perlaceo del cielo, pensare che le attività di aerosol clandestine si siano interrotte. In realtà, durante i periodi di alta pressione le operazioni sono concentrate nelle ore notturne, ma sarà indicativo non osservare nuvolosità normale tipica delle giornate soleggiate: i cumuli. Questi, ricordiamo, vengono eliminati dalla presenza di materiali igroscopici in atmosfera, ben identificabili per via delle nebbie di ricaduta e dalla conseguente scarsa visibilità. Tempo instabile al Sud, con possibili piovaschi nelle ore centrali della giornata.

Il 26 dicembre vedrà una situazione assimilabile al 25 per l'Italia settentrionale. Scie persistenti, invece, sulla Sardegna, con scarsa probabilità di precipitazioni.

Per martedì 27 ancora mortali velature e foschie di ricaduta su Nord e Centro Italia. Probabili precipitazioni al Sud e sulla Sardegna, con alternanza di timide schiarite e feroci coperture chimiche.


NOTA: Le condizioni meteo e le attività di aerosol clandestine sono previste in base alle informazioni indirettamente fornite dal Servizio Meteorologico dell'Aeronautica Militare. Dati a loro volta incrociati con le previsioni fornite dai portali meteo che sono debitamente informati delle operazioni di geoingegneria clandestina sul territorio italiano ad opera dei militari.

10 commenti:

  1. ..Un quadro generale davvero inquietante..i "porci con le ali" sfacciatamente continuano senza soste le operazioni di avvelenamento..!
    ..e nel mentre i "BUDINI" laureati tra le nuvole,spudoratamente sostengono che le scie chimiche non esistono. :(

    RispondiElimina
  2. E' esattamente così, Doriano carissimo e questa è la cosa che fa più imbestialire.

    Un caro saluto e buone feste, se possibile.

    RispondiElimina
  3. Non nevica a Natale :( probabilmente neanche durante altre feste

    RispondiElimina
  4. Piove sul mare: siccità preoccupante nell'Italia centrale.

    RispondiElimina
  5. Date un'occhiata sui pirenei oggi, della serie come ti manipolo il clima, qui a firenze siamo passati da -2 di venerdi a +9 di oggi!

    RispondiElimina
  6. In Liguria incendi favoriti dalla siccità e dalla dispersione di biossido di zolfo. Un Natale arido, Zak.

    Ciao

    RispondiElimina
  7. Burrasca di grecale nella Sicilia sud/orientale: venti a 90km/h e onde alte più di 7 metri a largo di Siracusa
    Un vero accanimento sul canale...E la stagione?


    http://www.meteoweb.eu/2011/12/burrasca-di-grecale-nella-sicilia-sudorientale-venti-a-90kmh-e-onde-alte-piu-di-7-metri-a-largo-di-siracusa/106272/

    TRAVERSATA dura per gli immigrati.....giorni fa buttavano alcuni in mare per placare l'ira degli dei....così hanno scritto.

    http://www.youtube.com/watch?v=LTpVqsW3Bww

    RispondiElimina
  8. In Piemonte è tutto arido, non piove, non nevica, niente di niente. L'aria sporca ristagna, si guarda all'orizzonte e si nota un colorito grigio violaceo. Sulla Liguria occidentale tale situazione esasperata sta favorendo gli incendi e siamo a dicembre.
    Non sò se esiste qualcuno nell'Universo che sia in grado di sentire il nostro grido di dolore, ma noi chiediamo aiuto, aiutateci voi visto che l'umanità da sola non è in grado di risollevarsi.

    RispondiElimina
  9. Fecero un deserto e lo chiamarono Nuovo ordine mondiale.

    RispondiElimina

I commenti sono sotto moderazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis